2 anni fa

Presentato il volume sui Passionisti sorani. Sora riscopre alcuni dei suoi figli più illustri

Venerdì 12 giugno, presso l'Auditorium "Vittorio De Sica" - Sora, si è svolta la presentazione del libro "Passionisti Sorani" del Lucio Meglio.

“Passionisti sorani. Biografia dei Padri Vitaliano Lilla, Silvestro Lilla e dei religiosi della Città di Sora nella Congregazione della Passione di Gesù Cristo”. Il libro di Lucio Meglio è stato presentato venerdì 12 giugno nell’Auditorium “Vittorio De Sica” di Sora con la partecipazione di Bruno La Pietra e don Antonio Lecce in veste di discussant, e Raffaele Sciarretta nel ruolo di presentatore.

Il libro (230 pagine con apparato fotografico nel testo) raccoglie le biografie di ventinove religiosi Passionisti nati a Sora che nel corso del tempo hanno svolto la loro attività missionaria e sacerdotale in Italia ed all’estero. Tra di essi spiccano le figure dei padri Vitaliano Lilla e Silvestro Lilla. Il primo, nato a Sora il 5 giugno 1840, è stato per sessanta anni missionario in Messico, Stati Uniti e Cuba, dal 1852 al 1912. È considerato uno dei più grandi evangelizzatori dell’America latina del diciannovesimo secolo. Uomo di profonda cultura, ricoprì gli incarichi di superiore, vicario e maestro dei novizi. Parlava correntemente lo spagnolo, il francese e l’inglese. È autore di cinque volumi a stampa in lingua spagnola. Padre Silvestro, nato a Sora il 25 marzo 1865, è stato per diciannove anni missionario in Bulgaria, terra ortodossa ed inospitale, e per tre anni in Argentina. In Bulgaria si adoperò per liberare le povere famiglie contadine dalla piaga dell’usura istituendo una Società cooperativa, la prima nel paese, per l’assistenza ai bisognosi. Oltre a ciò il padre Silvestro acquistò fama per esser stato l’autore del primo Dizionario Italo-Bulgaro-Francese, stampato a Parigi nel 1903.

Durante la presentazione diversi sono stati i richiami, in particolare da parte di Bruno La Pietra, al valore antropologico e sociologico insito nelle diverse biografie di questi religiosi che, come ha sottolineato il passionista Giuseppe Comparelli presente in sala, hanno dato varia vitalità ad una formula unica del patrimonio culturale sorano. Un libro che si spera saprà provocare nei cittadini sorani un sussulto di legittimo orgoglio per aver dato i natali ad alcuni dei suoi figli più illustri, fino ad oggi dimenticati. A chiusura dell’evento l’impegno, da parte del sindaco di Sora Ernesto Tersigni, ad intitolare in tempi brevi due strade cittadine ai padri Vitaliano e Silvestro Lilla.

AuditoriumPreseLibro

Commenti

wpDiscuz
Menu