4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.049 VOLTE

Pronto Soccorso di Sora: è di nuovo caos. E c’è chi chiama i Carabinieri

«Al Giovedì, in concomitanza con il giorno di mercato, aumenta notevolmente l'affluenza: alcune persone vengono anche per farsi visitare»

«Al giovedì, in concomitanza con il giorno di mercato, aumenta notevolmente l’affluenza: alcune persone vengono anche per farsi visitare». Questa testimonianza raccolta all’interno dell’ospedale SS. Trinità di Sora spiega in parte il cronico congestionamento del Pronto Soccorso dello stesso nosocomio. Fermo restando il sacrosanto diritto di essere visitati e anche curati in una struttura pubblica, sembra che la situazione sia diventata insostenibile.

Per giunta, “Radio Ospedale” parla di un dimezzamento dei medici proprio nel Pronto Soccorso: da due a uno, per motivazioni che riguardano l’ambito aziendale e delle quali non siamo a conoscenza. Risultato: ieri pomeriggio, ad esempio, tra codici verdi (la maggioranza), gialli e rossi, la gente ha perso la pazienza per la troppa attesa ed ha chiamato i Carabinieri.

Sempre secondo “Radio Ospedale”, però, il problema non si risolve invocando l’intervento delle forze dell’ordine. C’è invece un altro equivoco che va chiarito in tempi brevi, oltre a quello di chi scambia il pronto soccorso per un ambulatorio: quello dei tanti “barili”, alias pazienti, che scaricati dalla città salgono fino a San Marciano.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu