6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 521 VOLTE

PSI Sora: “Si riparte da Roberto, si riparte da qui”

Noi del PSI, con Roberto De Donatis candidato a Sindaco, insieme ai compagni di Patto Democratico e Progetto Città-Sinistra Unita, abbiamo condotto una campagna elettorale per le comunali straordinaria. Come coalizione, in poco tempo, con risorse economiche derivanti da autofinanziamento, e soprattutto senza ricattare ne essere ricattati, abbiamo ottenuto un risultato incoraggiante (15,54% pari a 2849 voti). Noi del PSI, abbiamo sostenuto lealmente De Donatis sposando lo slogan “innovazione nella continuità” che presentava alla città un progetto nuovo per il centro-sinistra con l’ambizione di dimostrare che era ed è possibile far convivere diverse sensibilità: partiti, liste civiche, associazioni e cittadini. E i numeri ci hanno dato ragione.

Certo il risultato, che meriterebbe un’analisi scrupolosa delle ragioni di una sconfitta, consegna alla città un centro-sinistra dilaniato. Molto hanno pesato le divisioni interne al PD e a SEL, che sarebbe opportuno superare, e le scelte di qualche amministratore uscente che ha preferito sostenere altri candidati a Sindaco. Però adesso è giunto il momento di guardare avanti! Dal passato dobbiamo prendere solo le esperienze positive e capitalizzarle per crescere. E’ giunto il momento di ri-costruire un centro-sinistra plurale, aperto ai partiti, alle liste civiche, alle associazioni, ai cittadini e soprattutto ai giovani. E’ giunto il momento che gli altri partiti del centro-sinistra prendano atto che in Consiglio comunale l’unico rappresentante del centro-sinistra è De Donatis (che insieme a noi del PSI, fino ad oggi, è l’unica voce di opposizione all’ attuale amministrazione). Occorre continuare a dar seguito ed allargare quel progetto nuovo per il centro-sinistra costruito intorno a De Donatis. Insomma, si riparte da Roberto, si riparte da qui. Si può e si deve. Per il bene di Sora, fermiamoci a riflettere!

Questo l’appello che il PSI intende rivolgere a tutte le componenti che si riconoscono nei valori del centro-sinistra, partiti e non, nella speranza che venga raccolto.

Gianluca Paesano

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu