venerdì 19 giugno 2015

Pubblica illuminazione a Sora: via alla rivoluzione. Ecco tutti i dettagli del progetto

Da Ieri è pubblicato, sull’Albo Pretorio del Comune di Sora, il progetto preliminare “Adeguamento degli Impianti della Pubblica Illuminazione alla normativa in materia di sicurezza elettrica, inquinamento luminoso e risparmio energetico”. Lo comunica il Sindaco Ernesto Tersigni: “Il progetto preliminare, approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 28/05/2015, atto n. 23, costituisce proposta organica dell’Amministrazione e è sottoposto all’attenzione dell’intera cittadinanza per le osservazioni.

È possibile prendere visione del progetto tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 13.00 (tranne il mercoledì), presso l’Ufficio Tecnico. Le osservazioni, che dovranno pervenire entro e non oltre il 17 luglio, saranno esaminate dal Consiglio Comunale in un’apposita seduta”. Entra, quindi, nel vivo la prima fase dell’interessante iniziativa dell’Amministrazione che proseguirà con la successiva gara per l’individuazione del soggetto privato al quale sarà affidata la Concessione del servizio (di durata massima ventennale).

Tanti gli interventi previsti dal progetto, tra i quali il rifacimento della pubblica illuminazione su Corso Volsci, l’estensione della rete in zone attualmente non servite con l’istallazione di 120 pali ed il miglioramento funzionale dell’intero impianto. Di fondamentale importanza il risparmio energetico ottenuto che finanzierà l’intero progetto nell’arco della durata della concessione. Interessante la previsione di corpi illuminanti costituiti da armature di nuova concezione a LED, di elevata efficienza luminosa (da 160 lm/watt, minimo, e massimo 4000°K di temperatura di colore).

Gli interventi saranno possibili grazie all’opzione del FTT (Finanziamento Tramite Terzi), con l’impiego del risparmio energetico, mediante capitali di soggetti privati, in qualità di E. S. Co. – (Energy Service Company), che rientreranno dell’investimento iniziale effettuato, attraverso la rata annuale a carico dell’Ente. Tale rata rappresenta anche una vera e propria dilazione nel tempo a favore dell’Amministrazione Comunale.

Il concessionario dovrà assicurare:

– la progettazione definitiva ed esecutiva, la realizzazione, il finanziamento mediante l’opzione del FTT, il collaudo e la successiva gestione degli interventi di carattere impiantistico;

– la realizzazione, entro 180 giorni dalla stipula del contratto, di un censimento dell’etichettatura dei pali;

– l’ attivazione di un numero verde gratuito per le segnalazioni dei cittadini e di un sito web per la gestione delle comunicazioni di anomalie impiantistiche;

– la costituzione di una squadra di pronto intervento;

– gli oneri per la fornitura dei servizi di “energy e project management” di commessa;

– la certificazione dell’intervento di cui al precedente punto a), per l’eventuale accesso ai TEE;

– l’obiettivo dell’efficienza energetica e contenimento dei consumi energetici e dell’inquinamento luminoso nel rispetto delle prescrizioni della Legge della Regione Lazio n. 23 del 13/04/2000;

– la messa in sicurezza ed a norma, di tutti i 140 quadri di comando e controllo;

– l’effettuazione di interventi di riqualificazione globale, di potenziamento, di ammodernamento tecnologico e funzionale, di disfacimenti e ricostruzioni ex-novo dei complessi illuminanti obsoleti;

– l’istallazione di 120 nuovi pali a LED in zone attualmente non servite e di 20 proiettori per illuminazione di siti artistici e monumentali;

– la riqualificazione della P.I. su Corso Volsci, tratti del lungoliri in centro abitato (Rosati- Mazzini – Della Monica- Cavour- Simoncelli), ponti sul Liri.

Il progetto garantirà la sicurezza dei cittadini e, sotto il profilo estetico e funzionale, la valorizzazione dell’intero territorio con indubbi benefici. Grazie al miglioramento del comportamento energetico dell’impianto, saranno diminuiti i consumi di energia elettrica.

Quanto ai costi è stata condotta un’accurata verifica economico-finanziaria, analizzando le singole componenti del canone futuro, in relazione alla somma annua di € € 611.298,07, posta a base di gara, inferiore alla spesa storica pari ad € 637.000,00 e con l’inclusione nell’iniziativa della riqualificazione della illuminazione del centro storico (Corso Volsci) e l’ampliamento con n. 120 punti luce oltre n. 20 punti luce di tipo artistico. Gli investimenti invece ammontano ad € 2.503.468,30.

Il canone a base di gara sarà soggetto a ribasso, così pure la durata della concessione che dovrà essere di 15 anni minimo. Il progetto è stato redatto dall’U.T.C. dell’Ente a seguito di particolareggiati approfondimenti sulla delicata problematica.

Commenti

wpDiscuz
Menu