4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 601 VOLTE

QUALITA’ DELL’ARIA A SORA – Maurizio D’Andria richiede informazioni ad ARPA Lazio

«L’associazione scrivente si è già fatta promotrice di un esposto rivolto alla Procura della Repubblica di Cassino che ha dato seguito con il rinvio a giudizio di 3 funzionari della Regione Lazio e dell’ex direttore della Cartiera del Sole – Burgo Group SpA per presunta violazione del D.P.R. 12 aprile 1996 sulla Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) e promotrice di una CLASS ACTION, ex art. 700 c.p.c., con 105 firmatari avverso la soc. Burgo Group, la Regione Lazio, la Provincia di Frosinone e il Comune di Sora per presunto “attentato alla salute pubblica” per inquinamento dell’aria di Sora perpetrato a vario titolo dai soggetti indicati, depositato presso il Tribunale di Cassino in data 14 marzo 2014.

Avendo scaricato dal sito del Comune di Sora il vostro documento citato in oggetto, riferito all’ultima campagna di monitoraggio dell’aria di Sora svolto in località Tofaro (a 300 metri dalla Cartiera del Sole) in data 19 dicembre – 7 gennaio 2014, fà presente quanto segue:

1) L’Ing. Magliocchetti di Arpa Lazio Frosinone, firmatario del report in oggetto in qualità di “Dirigente Responsabile”, al primo rigo del paragrafo dedicato alle PM2,5 esordisce in questa maniera: “Il particolato fine PM2,5, anche se attualmente non presenta un limite stabilito dalla Normativa, comunque …”. SI CHIEDE CONFERMA DI QUESTA AFFERMAZIONE, RISULTANDO A NOI CHE TALE LIMITE ESISTE ED E’ FISSATO A 25 MICROGRAMMI PER METRO CUBO D’ARIA (anche 22 microgrammi/mt3 come da vostro precedente report “intermedio”).

2) Avendo noi constatato che per ogni report realizzato da ARPA Lazio Frosinone, il firmatario “Dirigente Responsabile” è sempre diverso nel nominativo, chiediamo di sapere quanti sono i “dirigenti responsabili” di ARPA LAZIO Frosinone e chi è funzionalmente al loro capo, ossia di avere conoscenza (pubblicità/pubblicazione) dell’organigramma di stessa ARPA LAZIO Frosinone, onde poterci relazionare correttamente con loro.

3) Dai monitoraggi effettuati dal febbraio 2102 a novembre 2013 (n. 5) si è visto che, IN CONDIZIONI DI ESERCIZIO della turbogas della Cartiera del Sole – Burgo SpA, i valori delle PM2,5 presentavano un andamento c.d. “SCHIZZOFRENICO” o da “turbogas derivati”, cioè con repentine salite (ben oltre le soglie massime di tutela della salute pubblica) e discese, come da figura allegata, da noi redatta in quanto ARPA Lazio Frosinone non procede nemmeno alla redazione di grafici di trend dei dati monitorati.

1

2

Grafico ARPA LAZIO Frosinone

Volendo ipotizzare noi, ma solo ipotizzare, i valori mancanti, specialmente per i primi giorni di monitoraggio, ci aspetteremmo di vedere valori ancora più elevati del massimo indicato in grafico, con repentini sali e scendi, propri del ciclo “turbogas” come da nostra ipotesi qui sotto riportata:

 3

Grafico della nostra IPOTESI

L’ipotesi considera il pieno esercizio della turbogas nella prima settimana di monitoraggio e poi una diminuzione del suo esercizio nei giorni seguenti in virtù del periodo natalizio/festivo. CHIEDIAMO: la nostra ipotesi su rappresentata può trovare riscontro o è assolutamente improbabile?

4) L’ing. Magliocchetti “lamenta” presunti “problemi tecnici” registratesi per ben 8 giorni di monitoraggio (paragrafo Particolato PM10) per i quali giorni non sono perciò disponibili i relativi dati delle PM10 e PM2,5. Tuttavia, i giorni di monitoraggio totali risultano essere pari a 20 (come indicato in dettaglio giorni nei grafici riportati, dal 19 dicembre al 7 gennaio 2014) ma i valori espressi in grafico assommano a 16 giorni. Dunque, se la matematica non è una opinione, i conti non tornano (somma 16 + 8 = 24 e non 20). CHIEDIAMO maggiori spiegazioni su tali dati.

5) Inoltre, dati i “problemi tecnici” lamentati, CHIEDIAMO ad ARPA LAZIO Frosinone, come mai non sono intervenuti celermente per eliminare tali presunti “problemi tecnici” e se il computer di bordo sia in grado autonomamente di “resettarsi” e di by passare a eventuali problemi tecnici.

6) CHIEDIAMO copia dei tabulati dei valori registrati (misure elementari) di tutte le sostanze inquinanti monitorate (particolato PM10 e PM2,5 inclusi) dell’intero periodo di monitoraggio, così come prodotti negli altri precedenti monitoraggi e come l’ing. Magliocchetti dichiara essere disponibili “a richiesta” già in premessa del report in oggetto.

7) La centralina mobile di ARPA LAZIO Frosinone monitorizza tramite apposita apparecchiatura, anche la direzione dei venti del periodo in questione. CHIEDIAMO come mai di questi venti non venga data indicazione nel report in questione e di avere copia delle “misure elementari” anche della direzione dei venti registrati.

8) Visto che l’ing. Magliocchetti fa esplicito riferimento a comuni rientranti nella fascia della “Valle del Sacco”, CHIEDIAMO di conoscere anche per queste città, la direzione dei venti predominanti per il periodo considerato, in particolare, per le città esplicitamente citate nel report in questione.

9) Visto e considerato che i primi due monitoraggi di 6 effettuati si sono svolti con posizionamento della centralina mobile in piazza S. Restituta (centro città), considerando la direzione dei venti predominanti su Sora e visto l’elevata presenza demografica del luogo, CHIEDIAMO ad ARPA Lazio Frosinone di effettuare un nuovo monitoraggio dell’aria di Sora (dopo questo già in atto presso S. Domenico) con posizionamento di detta centralina appunto in piazza S. Restituta, onde confrontare i valori domani registrati con quelli dei 2 precedenti e primi monitoraggi di febbraio 2012 e ottobre 2012.

In attesa di ricevere quanto richiesto, con l’occasione porgo distinti saluti.»

Associazione “Cinema & Società”
Il Presidente Dott. Maurizio D’Andria

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu