25 luglio 2014 redazione@sora24.it
LETTO 1.128 VOLTE

Quel tragico 06 aprile dal peso insostenibile: 68enne aquilano si dà fuoco e muore

Il corpo carbonizzato di un 68enne aquilano è stato trovato stamane nella rimessa agricola di sua proprietà in località Bellavista. Secondo la ricostruzione dei fatti a cura della polizia del capoluogo abruzzese, l’uomo si avrebbe compiuto in gesto estremo appiccando volontariamente le fiamme. Sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco, ma quando l’incendo è stato domato per l’uomo non c’era più nulla da fare.

All’origine della tragedia ci sarebbe il sisma del 06 aprile 2009. Su uno dei biglietti ritrovati dagli inquirenti l’uomo avrebbe scritto che il terremoto ha cambiato tutta la sua vita. Particolarmente sentito il cordoglio del sindaco Massimo Cialente, amico dell’anziano nonché ex suo collega di lavoro all’Ospedale dell’Aquila, che all’Ansa ha rilasciato dichiarazioni molto eloquenti: “In molti portano dentro la disperazione a causa di una vita completamente peggiorata dal sisma. Basta un nulla però perché tutto si rompa”. Il 68enne lascia moglie e figli.

 

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu