4 anni fa

Questione SMREE: solidarietà all’Agendi dal gruppo politico Insieme per Sora

La città di Sora non può permettere che una risorsa come lo SMREE (Servizio di Salute Mentale e Riabilitazione dell’Età Evolutiva) veda fortemente compromesse le proprie fondamentali funzioni, a causa di problemi inerenti ai locali nei quali effettuare le prestazioni. In questo senso, il gruppo politico Insieme per Sora esprime tutta la sua solidarietà all’Agendi Sora e al suo presidente, Giulio De Gasperis, che da anni gestiscono con passione questa struttura e che oggi si trovano a dover fronteggiare un ostacolo che definire assurdo ed increscioso è davvero poco.

Privare lo SMREE di un locale al piano terra (il più grande e più adatto allo scopo) per fare posto all’ampliamento della Farmacia Comunale, e spostare armi e bagagli al piano superiore (senza ascensore) rappresenta una vera e propria beffa. Ma a cosa stavano pensando, il Comune di Sora e l’Asl di Frosinone, al momento della messa in atto di questa ‘geniale’ iniziativa? Una vicenda che diventa ancora più tragicomica se si considera che da tempo l’Agendi chiede di potenziare questo servizio, che ha un bacino d’utenza incredibilmente ampio: la risposta, arrivata puntuale, è stata esattamente il contrario di quanto richiesto!

Vogliamo fare nostre le osservazioni di Giulio De Gasperis, e chiedere al Comune di Sora e all’Asl di Frosinone di riconsiderare questa scelta così scellerata, poiché non è possibile penalizzare così un servizio unico nel nostro territorio, divenuto punto di riferimento per tanti genitori alle prese con il dramma di figli meno fortunati. La nostra posizione, deve essere chiaro, non vuole in alcun modo andare contro l’istituzione della Farmacia Comunale, che comunque merita di essere potenziata. Non si può pensare, però, che questo potenziamento (a proposito: si torni a parlare quanto prima di uno spostamento della Farmacia nella zona di via Marsicana!) debba necessariamente passare attraverso la mortificazione di un’altra struttura socialmente indispensabile. Auspichiamo che quanto prima i responsabili di questa decisione si rendano conto del grave errore e vi pongano rimedio.

Commenti

wpDiscuz
Menu