3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.029 VOLTE

Raccolta differenziata a Sora: Gianfranco Lilla elenca le criticità urgenti da risolvere

Finalmente iniziata da qualche giorno la raccolta differenziata rifiuti in diverse zone di Sora. Non ci saremmo aspettati di certo un perfetto inizio, cosa prevedibile per una realtà nuova per la nostra città ma, avendo fatto studi approfonditi della questione, mi permetto di suggerire la soluzione per alcune criticità rilevate:

  1. Effettuare il ritiro “porta a porta ” in modo reale, non favorendo solo chi abita fronte strada. Cio’ è particolarmente rilevabile in periferia ove esistono tante traverse interne con tanti nuclei familiari che vi abitano.
  2. L’orario di conferimento dei rifiuti NON può essere la sera per la mattina dopo. La presenza di randagi nelle zone periferiche creerebbe danni e difficoltà, considerando anche il fatto che in pieno inverno, con pioggia,freddo e vento si mette a rischio la salute dei cittadini che vivono in periferia e non sul fronte stradale. Si consiglia orario di conferimento e ritiro SERALE, non di primo mattino come si faceva con i vecchi cassonetti.
  3. Nella raccolta porta a porta distribuire le buste specifiche direttamente in loco, ad evitare di dover fare viaggi dispendiosi ( es. 20 Km AR da San Vincenzo Ferreri all’isola ecologica… ) e frequenti ( poche buste rilasciate presso l’isola ecologica ). Cosa che avviene in tutte le realtà ove esista tale servizio…

In ultima analisi si consiglia fortemente l’ente a valutare la programmazione di una raccolta differenziata con incentivi alle utenze che garantirebbe percentuali elevatissime di materiali da riciclare con forti guadagni sia per l’ente che per i cittadini (più ricicli meno paghi).

Dr.Gianfranco Lilla

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu