1’ di lettura

“Raggiro del finto soldato americano innamorato”: i Carabinieri scoprono truffa da 70 mila euro complessivi

Il profilo del sedicente ufficiale è stato realizzato rubando l’identità digitale di un vero Ufficiale appartenente all’Esercito degli Stati Uniti d’America.

I Carabinieri della stazione di Piedimonte San Germano, a conclusione di indagini intraprese a seguito di una denuncia – querela presentata da una 53enne del luogo, hanno denunciato per i reati di “truffa e sostituzione di persona aggravata e in concorso”, un 38enne ghanese residente in Inghilterra e un 23enne cittadino nigeriano residente in provincia di Torino già censito per analoghi reati.

Nello specifico – si legge nella nota stampa divulgata dal Comando Provinciale di Frosinone – la 53enne era stata contattata su un noto social network da un uomo che, spacciandosi falsamente per un Ufficiale delle forze armate statunitensi impegnato in missioni di pace in medio oriente, riusciva a carpirne la fiducia con la promessa di una futura relazione sentimentale in Italia. Con tale stratagemma successivamente l’ha indotta a versare su due distinti conti correnti la somma di denaro di euro 13.700, necessari per svincolare una falsa rimessa di denaro del militare a lei inviata per la futura convivenza, bloccata presso fantomatici uffici doganali.

Gli accertamenti effettuati hanno permesso di accertare che il profilo digitale del sedicente ufficiale era stato realizzato rubando l’identità digitale di un vero Ufficiale appartenente all’Esercito degli Stati Uniti d’America, mentre i due conti correnti risultavano intestati ai denunciati. I successivi riscontri investigativi, condotti con l’ausilio di altri Comandi Arma della penisola, consentivano di appurare che con il c.d. “raggiro del finto soldato americano innamorato”, nell’arco temporale di 3 mesi gli stessi avevano truffato tante altre donne sole o con situazioni sentimentali complicate, per una cifra di quasi 70.000 euro complessivi».

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti