5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.183 VOLTE

REFERENDUM CONTRO LA CASTA – Si recano all’Ufficio Elettorale di Sora ma i moduli per firmare non ci sono!

Bisogna avere una bella faccia tosta per presentarsi davanti alle telecamere e parlare degli italiani che non arrivano a fine mese, quando la riduzione anche minima sulla loro busta paga renderebbe disponibile una mensilità per un qualsiasi operaio o impiegato che non riceve lo stipendio da tempo immemore.

Parliamo ovviamente dei nostri “bravissimi” parlamentari e, in particolare, del REFERENDUM ABROGATIVO PARZIALE SULLA LEGGE PER LE INDENNITA’ PARLAMENTARI(art.2 L.31/10/1965 n.1261), pensato perché deputati e senatori non hanno avuto il buon gusto di diminuire le loro pretese dalle casse statali. Pochi, decisamente pochi italiani sanno che in questi giorni è in corso la raccolta delle firme per poter indire tale consultazione e tentare di riportare gli emolumentti gentilmente versati alla “Casta” all’interno di parametri meno vergognosi di quelli attuali.

Alcune televisioni nonché giornali ed altri mezzi di informazione hanno dribblato lo scomodissimo quesito con un silenzio irreale. La rete, fortunatamente ancora libera, tenta di farsi strada affannosamente nei meandri di un’omertà tanto triste quanto scandalosa. Tuttavia, nonostante l’impegno del comitato promotore nel raccogliere le firme necessarie per poter andare alle urne e imporre finalmente agli “onorevoli” di condividere la crisi con tutti noi, risulta difficile per i cittadini partecipare all’iniziativa.

Proprio stamane, ad esempio, due nostri lettori si sono recati presso l’Ufficio Elettorale del Comune di Sora con l’intento di firmare la petizione che mira alla richiesta del suddetto referendum. Ebbene, ad uno di loro è stato risposto che “il comitato promotore non ha ancora fornito i modelli su cui apporre le firme”, mentre all’altro che “i moduli sono stati richiesti più volte ma non sono ancora disponibili”. La stessa situazione si è verificata anche a Cesena (Leggi) e in altri luoghi d’Italia, mentre a Modena sembra sia possibile firmare senza ostacoli (Leggi). Nel frattempo la scadenza della petizione, prevista per la fine di Luglio, si avvicina.

Lorenzo Mascolo – Sora24

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu