6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.066 VOLTE

Rete degli Studenti Medi Sora: “l’ITAS si mobilita per una scuola migliore”.

La pioggia non ha fermato le proteste dell’ITAS ‘’Biologico-Linguistico’’ di Sora.

L’istituto ha organizzato una manifestazione di conclusione ai diversi giorni di protesta che avevano per scopo l’aumento della temperatura dei radiatori nelle classi (18/20 gradi minima) e le ristrutturazioni agli infissi a alle pareti dell’edificio scolastico (rotture, danneggiamenti causati dal tempo, spaccature e crepe nelle pareti delle aule, finestre isolate con cartoni di scatoloni). La manifestazione è stata pacifica, non ha avuto conseguenze gravi ed ha avuto come punto di arrivo il municipio di Sora. Mentre i 300 studenti dell’ITAS aspettavano sotto la pioggia, facendo dei cori e animando la manifestazione affinché venissero presi dei provvedimenti,  i rappresentanti di istituto e di consulta provinciale hanno chiesto aiuto al comune di Sora che gli ha permesso una telefonata diretta alla sede provinciale. Un ingegnere della provincia di Frosinone  ha smentito la presenza delle lettere dell’ITAS che la scuola dovrebbe aver inviato alla sede provinciale destinati all’assessore Quadrini e ai competenti del settore edile-scolastico.

Questo significava che dopo le proteste degli studenti, la scuola non aveva né inviato dei comunicati alla provincia, né aveva sollecitato l’assessore Quadrini a prendere dei provvedimenti sui problemi dell’istituto. Dopo la falsa notizia che sembrava a tutti più che impossibile, i rappresentanti hanno voluto incontrare il preside Graziuccio Di Traglia che ha subito mostrato ai suoi ragazzi le comunicazioni e le richieste che sono state fatte addirittura fino agli ultimi giorni prima della manifestazione. Per chiarire questa situazione, i rappresentanti aspetteranno  un confronto con l’assessore Quadrini che chiarirà i provvedimenti presi sia nell’ambito strutturale dei problemi riscontrati nelle aule, che nell’aumento della temperatura nei radiatori della scuola. Nei prossimi giorni si vedrà se l’ITAS avrà raggiunto il suo scopo: i termosifoni dovrebbero essere avviati alle ore 5:00 ed essere spenti alle ore 13:00. Le classi continuano ad essere in condizioni pessime e speriamo vengano risolti anche questi problemi per favorire lo svolgimento delle lezioni in una struttura più sicura per il bene degli studenti che frequentano il Biologico-Linguistico di Sora.

Giuseppe Cirelli – Rete degli Studenti Medi Sora

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu