Riccardo Alviani devastante: “Il pezzo da 90 e il profugo di Fiorito, i portatori di voti al signore di Cassino e colui che già pensava al Parlamento”

Dopo quanto accaduto in seno al Consiglio Regionale del Lazio, un mutismo surreale si è impadronito dei nostri rappresentanti politici locali (parlo di quelli Sorani), che non hanno speso neppure una parola per commentare, denunciare o per esprimere solidarietà a quelli che fino al giorno prima erano i loro benefattori. Fiorito ha un suo pezzo da novanta  in consiglio comunale, insieme a qualche profugo della minoranza che, visti gli accadimenti, oggi forse sarà pentito della scelta fatta a suo tempo; ma essendo loro destinatari della benevolenza del sig. Fiorito, che li ha scelti per ricoprire ruoli di governo provinciale e comunale (per uno di loro spero che i compensi delle due cariche non siano cumulati), mi chiedo: almeno una piccola espressione di vicinanza al proprio datore di lavoro potevano darla?

Quanto all’ex o forse ancora Presidente del Consiglio Regionale, sig. Mario Abbruzzese, probabilmente ha contagiato con il suo strano silenzio tutti i politici a lui legati; parlo ovviamente dei suoi referenti locali che sono in massima parte consiglieri comunali di maggioranza, i quali non hanno proferito parola relativamente a questo sozzume che ha sconvolto l’attività o inattività politica; eppure essi sono sempre stati presenti quando i riflettori illuminavano il palcoscenico, mentre oggi sono tutti spettatori paganti con diritto di critica: critica che sicuramente, per timidezza, non arriverà mai.

Tuttavia, stranamente la  quiete dopo la tempesta da qualche giorno è cessata; si è ricominciato a parlare di probabili candidature per le prossime elezioni e di timori per la mancanza di armonia nel centro-destra cittadino, che impedirebbe di eleggere un “Sorano” alla Pisana o al Parlamento, come se questo fosse il problema. Il problema vero, per quanto mi riguarda, lo dico rivolgendomi proprio ai suddetti rappresentanti, è che non serve un Sorano nella politica che conta se poi deve rispondere a Voi e non ai SORANI!

Orbene, caro Sindaco,Vice Sindaco, Consiglieri e Presidente dell’Ater: la mancata armonia nel centro destra è causata dalla vostra ingombrante presenza nonché presunzione di insostituibilità; vi rimproverate a vicenda la colpa di non voler fare un passo indietro, ma nessuno di voi sembra disposto realmente a farlo. La cosa che veramente lascia sgomenti è che ancora si parla di capacità di fare eleggere o non eleggere tizio o caio, come se i voti fossero cosa nostra (o meglio vostra), anziché della gente: se qualcuno ritiene di avere voti di proprietà, mi spieghi che sistema adotta per ottenerli.

Questo territorio ha bisogno di forze nuove, ma veramente! Voi siete stati complici di un sistema dal quale adesso cercate di smarcarvi, ma è troppo tardi. Chi ha distrutto a Sora un partito come l’UDC portando in dote i voti al signore di Cassino oggi ha il coraggio di riproporre uno scenario di centro per un’eventuale candidatura. Chi non ha mai smesso di essere in campagna elettorale perché convinto di andare a sedersi in parlamento, invece, è stato travolto dagli eventi. Spero che finalmente gli elettori, tra scandali, festini e raccomandazioni, sappiano fare la scelta giusta e liberare questo Paese! Noi ci saremo!

Riccardo Alviani – La Destra Sora

Clicca qui per seguirci su Google News o clicca qui per seguirci su Telegram e ricevere sul tuo smartphone una notifica per ogni nuova notizia. Clicca qui sotto sul bottone "Mi piace" per seguirci su Facebook:
I più letti della settimana:
15.400
È venuta a mancare la Prof.ssa Teresa Tatangelo
1
NECROLOGI

È venuta a mancare la Prof.ssa Teresa Tatangelo

Si è spenta ieri a Roma.

14.168
Sei grande Valè!. L'applauso di Sora intera a Valeria Altobelli
2
CRONACA

"Sei grande Valè!". L'applauso di Sora intera a Valeria Altobelli

"I'm standing with you", progetto musicale a cura di Diane Warren, è un inno contro ogni forma di violenza e discriminazione. Il brano è candidato agli Oscar 2020, Valeria l'ha reso globale curando l'adattamento del testo in 6 diverse lingue cantate, 15 lingue parlate e 23 lingue scritte. La canzone è stata presentata in esclusiva e anteprima mondiale alla CNN negli USA, con la partecipazione dell'artista sorana.

12.642
Ci ha lasciato Mario Pasquarelli
3
NECROLOGI

Ci ha lasciato Mario Pasquarelli

Si è spento stamane all'alba in ospedale a Sora.

11.963
È venuta a mancare Stefania Guglietti
4
NECROLOGI

È venuta a mancare Stefania Guglietti

Si è spenta venerdì scorso a Roma, aveva 51 anni.

10.276
Maestra salva la vita a un bambino dell'asilo nido con la manovra di Heimlich
5
CRONACA

Maestra salva la vita a un bambino dell'asilo nido con la manovra di Heimlich

Il dramma iniziale e la gioia finale: in questo video la maestra Rosy Baccalini racconta il magnifico lavoro di squadra svolto insieme a tutte le colleghe della sua scuola.

Video più visti:
POLITICA

SORA - Passi carrabili: il Sindaco riferisce alla cittadinanza

Roberto De Donatis: «Non si tratta di accertamenti che definiscono la situazione in modo tassativo. Le valutazioni saranno effettuate caso per caso».

POLITICA

SORA - Chiusura viale San Domenico, il Sindaco: «Lavori necessari, ci scusiamo per il disagio»

Le dichiarazioni di Roberto De Donatis sulla chiusura del tratto di viale San Domenico compreso tra Marco Polo e la Basilica.

POLITICA

Ecco come sarà il 2020 di Sora. Intervista di fine anno al Sindaco, Roberto De Donatis

Scuola Renzo Piano, ripresa dei lavori nell'ex Tomassi dopo 15 anni, illuminazione pubblica, strade, marciapiedi, ponti lamellari, pista ciclabile e nuova scuola a S. Rosalia: il Sindaco illustra le novità dell'anno che sta per iniziare.

PROVINCIA

«Vivi con pazienza, sii forte e credi in te stesso»: l'insegnamento di Ilaria

Centinaia di persone e grande commozione ai funerali della sfortunata ragazza 24enne vittima di un drammatico incidente stradale la sera della vigilia di Natale.

POLITICA

SORA - La Farmacia Comunale diventa dal 51% al 100% di proprietà del Comune

Stop alla partnership con il privato e via al modello gestionale "in house".