5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 561 VOLTE

Riccardo Alviani (La Destra): “Se Ambiente Spa andrà in mano a privati Tersigni dovrà dimettersi”

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma del commissario La Destra (sez. Sora) Riccardo Alviani

Circa un anno fa la notizia che campeggiava su tutti i mezzi di informazione locali e non, riportava quanto segue: “Maxi truffa sui rifiuti a Sora, sottratto oltre un milione di euro”. E’ trascorso un anno e la cosa che più stupisce è l’assordante silenzio attorno a questa vergognosa vicenda che ha visto protagonisti in negativo gli amministratori dell’epoca, i quali, ricoprivano incarichi di responsabilità e controllo della società ma che, a giudicare dai risultati, di responsabilità e controllo ne hanno esercitati poco o niente.

Per non dimenticare, all’epoca dei fatti contestati, anni 2005/2006, presidente dell’Ambiente SpA era Rodolfo Sperduti, che una parte politica, ritenendo il suo operato meritevole, ha pensato bene di premiare e far sedere alla destra del Presidente dell’Ater Enzo Di Stefano in qualità di consigliere dell’Ente.

Sindaco in carica in quel periodo era l’attuale assessore Francesco Ganino, che in qualità di primo cittadino avrebbe dovuto vigilare ma evidentemente era indaffarato in altre vicende. La situazione presente vede l’Ambiente SpA che entro la fine di quest’anno dovrà adempiere ad una serie di trasformazioni che se non avverranno,di fatto ne determineranno la fine, con tutte le conseguenze che possiamo immaginare.

Le continue tensioni all’interno dell’attuale CDA, con dimissioni e rientri, di certo non aiutano. Ma la cosa davvero preoccupante è la latitanza del Proprietario.

In conseguenza di cio, lo scenario che immaginiamo è il seguente: La società Ambiente SpA entro il 2012 cesserà di esistere perché, per colpa della miopia politica degli amministratori del nostro territorio, non sarà in grado di aumentare il bacino di utenza dei servizi e quindi per colpa (sempre di altri) non potrà più operare. Ma, come di incanto, sicuramente arriverà un “salvatore” con capitali privati che penserà esclusivamente al profitto fregandosene dei servizi e dei lavoratori.

Pertanto ci chiediamo: visti gli annunci dell’assessorato competente, con quale società si realizzeranno le virtuose raccolte differenziate visto che allo stato attuale la società di proprietà del Comune sembra destinata ad essere chiusa? Forse l’assessorato competente ci potrà rassicurare in tal senso facendoci conoscere come eviterà la chiusura dell’Ambiente Spa in modo da non licenziare madri e padri di famiglia.

Ci auguriamo veramente che il Sindaco e l’Assessore facciano il loro dovere fino in fondo per scongiurare che ciò avvenga, e soprattutto facciano valere il loro peso politico sul territorio così come hanno mostrato in campagna elettorale, perché, se anche questa volta verremo presi per i fondelli non credo che ci saranno altre occasioni. Al contrario, sarà un fallimento oltre che economico anche e soprattutto politico, e l’unica voce che si alzerà sarà: Dimissioni !

L’auspicio è che si riesca a risolvere positivamente la “questione” ,e noi saremo attenti all’evolvere dei fatti e a fare nomi e cognomi di coloro che non avranno avuto a cuore l’ interesse di Sora e dei Sorani.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu