6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 536 VOLTE

RIETI – L’Atletica Sora ritorna a gareggiare nel prestigioso stadio “Raul Guidobaldi”, nonostante l’indifferenza della città.

Sono trascorsi alcuni anni dall’ultima volta in cui l’ASD Atletica Sora aveva battagliato sul campo ai campionati regionali per società. Anni difficili in cui la vera sfida è stata quella della sopravvivenza, continuare l’attività nonostante l’indifferenza di molti, la disattenzione delle Istituzioni, il pressappochismo dei più. Eppure lo scorso week end una manciata di appassionati dirigenti e tecnici alla guida di un piccolo manipolo di promettenti atleti, hanno dimostrato che la voglia di stare insieme e condividere in modo sano lo sport possono dare vita a un piccolo miracolo.

L’Atletica Sora, piccola ma arcigna compagine, unica portacolori della provincia di Frosinone alla più importante competizione per società della regione, si presenta in uno dei templi dell’atletica italiana, lo Stadio Raul Guidobaldi, senza timori reverenziali e con l’orgoglio della propria identità. Ogni gara è in salita e gli avversari molto forti, ma nessuno cede il passo e tutti ostinatamente portano a termine il proprio compito. L’atleta chiamato a coprire la gara lo fa con lo spirito di sacrificio consapevole che il suo sforzo sarà condiviso e nobilitato da quello del suo compagno.

Lanciatori, saltatori, mezzofondisti e velocisti impegnati a fondo nella due giorni di prove, dimostrano una compattezza ed attaccamento alla maglia encomiabile, tornano a casa con la soddisfazione stampata in volto e qualche buon risultato. Sono stati stabiliti infatti diversi record personali e di società e soltanto sfiorati alcuni altri come quello della staffetta 4×400, la gara conclusiva, quella che sicuramente più entusiasma gli spettatori e gli stessi atleti; ma quel record è solo un appuntamento rimandato.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente dell’Asd Atletica Sora Emiliana Pistilli che insieme ai tecnici Gino Pica e Massimiliano Caschera hanno reso possibile questa rinascita. “Nonostante la mancanza di strutture e di aiuti di ogni tipo siamo riusciti a portare avanti un progetto che nasce vent’anni fa. Siamo una società in crescita, composta da 112 atleti anche se completamente autofinanziata, lavoriamo sul territorio, partendo dai bambini di 5 anni, per diffondere la cultura e i valori che l’atletica da sempre incarna. L’impegno è quello di presentarsi alla prossima edizione dei campionati con una squadra maschile ancor più competitiva, grazie al rientro di alcuni elementi importanti e all’arrivo di qualche forza fresca e di presentare anche una formazione in rosa, visto il rinnovato interesse delle ragazze verso questo sport. L’augurio è quello di continuare sulla strada intrapresa, contando magari sull’aiuto di sponsor e soprattutto dell’attenzione degli enti che per loro natura dovrebbero stare vicino a quanti decidono di praticare anche gli sport “minori”. Invitiamo, conclude Emiliana Pistilli, i genitori ma anche i dirigenti scolastici a portare i ragazzi al campo dove i ragazzi troveranno un ambiente sereno e formativo, fatto di persone che amano lo sport e dove è facile relazionarsi con semplicità trovando al contempo stimoli costruttivi per una crescita sana e consapevole”.

Le fatiche non sono concluse, infatti, già nel fine settimana gli allievi Marta Conflitti, Gianluca Terribile, Nico Mattei e Jacopo Muscedere saranno impegnati presso il campo Raul Giudobaldi di Rieti nella difficile gara dei “2000m siepi” in cerca del minimo per la partecipazione ai Campionati Italiani di Categoria. Obiettivo alla portata dei quattro atleti sorani, mancato di pochissimi secondi nell’ultima gara disputata. A tutti gli interessati o appassionati di sport, l’invito è quello di seguirci alla pagina facebook: www.facebook.com/atleticasora

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu