43" di lettura

Rifiugio Trombetta: Lagotto Romagnolo mangia cibo avvelenato e muore sotto gli occhi del padrone

Un Lagotto Romagnolo è morto stamane nei pressi del rifugio Trombetta dopo aver ingerito cibo avvelenato posizionato nei pressi dell’edificio.

A denunciare l’accaduto il proprietario del cane: “Mi sono recato nella zona del rifugio per una passeggiata in compagnia dell’animale – dichiara a Sora24. Appena arrivato l’ho lasciato libero di gironzolare un po’ nei paraggi e successivamente l’ho visto mangiare qualcosa. Inizialmente – continua – non mi sono preoccupato più di tanto, ma le sue condizioni sono peggiorate in modo repentino, tant’è che nel giro di una trentina di minuti è morto.

L’uomo non sa spiegarsi il perché di tanta cattiveria: “Francamente non capisco il motivo di questo deplorevole gesto – afferma, compiuto da persone di cui ovviamente ignoro l’identità. Certamente il loro obiettivo non era il mio Lagotto, tuttavia – conclude – desidero segnalare pubblicamente l’episodio affinché nessun altro, recandosi con il proprio animale nello stesso luogo, provi la sofferenza che ho provato io stamane nel vedere il cane a cui ero profondamente affezionato morire in modo così atroce.

Lorenzo Mascolo – Sora24

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Offerte valide dal 24 al 30 Settembre 2020.

EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...