3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 9.378 VOLTE

Rimozione bomba Usa: il Maggiore sorano, Matteo Tuzi, spiega i dettagli dell’operazione

Domenica 15 marzo 2015 gli artificieri dell’Esercito provenienti dal 6° Reggimento Genio Pionieri faranno brillare una bomba d’aereo da 500 lb di fabbricazione americana caricata ad alto esplosivo rinvenuta nel comune di Fontana Liri. L’ordigno, rinvenuto durante degli scavi presso una abitazione privata, si presentava con ambedue le spolette armate; le operazioni, che inizieranno alle ore 1030, prevedono un raggio di sgombero di 1800 metri che comporterà una evacuazione di circa 6.000 persone oltre l’interdizione dello spazio aereo di 1400 metri.

L’attività di bonifica occasionale del territorio dagli ordigni inesplosi è un compito devoluto all’Esercito che, tramite i propri artificieri, svolge quotidianamente sul territorio nazionale; basti pensare che solo nel 2014 sono stati distrutti oltre 7.000 ordigni di varia tipologia .

L’Esercito, grazie alla capacità dual-use dei propri reparti Genio, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d’intervenire nelle attività di bonifica, (così come nei casi di pubbliche calamità ed utilità) in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale. L’Esercito è l’unica Forza Armata preposta alla formazione non solo dei propri artificieri ma anche di quelli delle altre Forze Armate e corpi armati dello Stato tramite il Centro di Eccellenza Counter IED.

L’Ufficiale PI Magg Matteo Tuzi
6° Reggimento Genio Pionieri

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu