47" di lettura

Roberto Burioni: giornalisti devono verificare verità scientifiche invece di annunciare scontri tra esperti

«Se c'è un dibattito tra due persone - afferma l'immunologo e scienziato italiano - una dice che fuori c'è il sole e l'altra dice che piove penso sia dovere del giornalista aprire la finestra e dire come stanno le cose».

chiede controlli su veridicità affermazioni invece di annunciare scontri tra scienziati. «Quando due “esperti” fanno affermazioni scientifiche in netto contrasto immediatamente compare l’articolo “scontro tra Tizio e Caio”, ma non c’è una volta che un giornalista controlli e scriva chi tra i due ha ragione (perché uno dei due ha ragione, e l’altro torto).

Se c’è un dibattito tra due persone, una dice che fuori c’è il sole e l’altra dice che piove penso sia dovere del giornalista aprire la finestra e dire come stanno le cose. Proprio perché ritengo che anche quello che dico io debba essere controllato, in tutti i miei post fin dal primo giorno c’è in fondo il riferimento bibliografico che indica a tutti quali sono i dati scientifici che mi hanno permesso di affermare quanto sto affermando» conclude Burioni sulla sua pagina social.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti