1’ di lettura

Roberto Gualtieri: «In Legge Bilancio 2021 risorse per sanità, imprese, lavoro e occupazione femminile al Sud»

Il Ministro dell'Economia e delle Finanze spiega i dettagli della nuova Legge di Bilancio.

Roberto Gualtieri annuncia l’ok alla nuova Legge Bilancio, che ora passerà all’analisi di Palazzo Chigi. «Il Consiglio dei Ministri ha approvato il testo finale della Legge di Bilancio che sarà ora inviata al Parlamento, esordisce il Ministro dell’Economia e delle Finanze sulla propria pagina social. Oltre a confermare le importanti misure su famiglie, lavoro, impresa, welfare, istruzione, già concordate ad ottobre, sono state introdotte alcune rilevanti novità che rafforzano il profilo di una manovra fortemente orientata alla crescita, all’occupazione, alla coesione sociale, con un focus particolare sui giovani, le donne e il Mezzogiorno.

Allo sgravio contributivo triennale per le assunzioni a tempo indeterminato di giovani – continua Gualtieri – si aggiunge infatti la decontribuzione integrale per le donne e il sostegno all’imprenditoria femminile. Sulla base dell’intesa con le parti sociali, la proroga del blocco dei licenziamenti fino al 31 marzo è affiancata dall’istituzione di un fondo per le politiche attive del lavoro con una dotazione iniziale di 500 milioni di euro. Gli investimenti pubblici sono sostenuti da un nuovo fondo pluriennale da 50 miliardi, e quelli privati dal potenziamento di Transizione 4.0 con uno stanziamento di ben 23,8 miliardi per il prossimo biennio. Per il Mezzogiorno – prosegue il Ministro – gli interventi sono particolarmente rilevanti, con il finanziamento strutturale della fiscalità di vantaggio per il lavoro fino al 2030 e con la proroga del credito di imposta ricerca e sviluppo e di quello per gli investimenti.

La Sanità, con l’aumento della dotazione del Fondo Sanitario nazionale, l’indennità per medici e infermieri, il fondo per l’acquisto dei vaccini, il potenziamento delle diagnosi con tamponi antigenici rapidi, le risorse aggiuntive per l’edilizia universitaria, i contratti di formazione specialistica per i medici specializzandi e le assunzioni di personale sanitario resta una priorità centrale, così come la scuola, l’università, la ricerca, la cultura. Si conferma l’avvio dell’assegno unico per i figli a partire dal luglio del 2021, e si istituisce il fondo per la riforma fiscale che sarà alimentato dai proventi del contrasto all’evasione.

Nelle prossime settimane potenzieremo ulteriormente gli interventi a sostegno dei lavoratori, delle famiglie e delle imprese colpiti dalle nuove restrizioni, rese necessarie per contrastare questa seconda ondata, e per rafforzare ancora il sostegno alla ripresa dell’economia, e finalizzeremo l’elaborazione del Recovery Plan dell’Italia. Insieme alla manovra varata oggi dal Consiglio dei Ministri – conclude Gualtieri – si delinea una strategia di politica economica che punta non solo a rilanciare la crescita, assorbendo l’impatto economico e sociale del COVID, ma vuole realizzare una ambiziosa trasformazione dell’Italia nella direzione dell’innovazione, della sostenibilità, della coesione, dell’equità e del lavoro».

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti