12 aprile 2012 redazione@sora24.it
LETTO 698 VOLTE

San Domenico come San Pietro: Alessandra Palombo espone la stessa icona per la Santa Pasqua

San Domenico come San Pietro, la stessa icona per la Santa Pasqua aperta nel giorno della Resurrezione davanti ad un migliaio di fedeli. Esposta per la prima volta e lo sarà per tutti gli anni a seguire nel giorno della Pasqua per celebrare i 1000 anni della Fondazione della Abbazia di San Domenico a Sora. L’opera, che ha usato materiali originali come quelli di Leonardo Da Vinci è stata commissionata ad un’artista di Isola del Liri da parte dei parroci Don Felice e don Sante, perché l’abbazia sia e continui ad essere un punto di riferimento per le comunità dell’area del sorano: “L’icona nasce perché la Basilica Minore di San Domenico – spiega Alessandra Palombo autrice dell’opera – per il millenario dell’Abbazia, per avere un’opera unica per la Santa Pasqua. L’icona si ispira a quella originale dell’artista georgiano Amiran Goglidze realizzata nel 2010 ed esposta ogni Santa Pasqua nella basilica di San Pietro. Ho impiegato quasi tre mesi perché per realizzarla bisogna seguire delle regole tassative: tutti i materiali ed elementi ceh la compongono devono essere naturali. Si parte da una tavola in legno nuda, trattata con colla di coniglio e gesso di Bologna, bisso di lino (fibra del lino purissima), pigmenti di colore puro che sono polveri ottenute attraverso la lavorazione di minerali, con la stessa tecnica che usava Leonardo da Vinci. Mi spiego meglio: le polveri vengono stemperate con una miscela di tuorlo d’uovo ed aceto. L’icona una volta disegnata viene incisa, perchè l’opera è in se una scrittura e non un dipinto. Se Gesù Cristo è la personificazione di Dio fatto uomo in terra, l’icona è la scrittura dell’invisibile Dio stesso che scrive“. L’icona di base è di color oro è alta due metri, centralmente riprodotto il Cristo Pantogracratore in Trono e le otto specchi laterali rappresentano l’apparizione di Cristo dopo la sua Resurrezione. L’icona è esposta alla base della scalinata della Basilica, resterà esposta sino a lunedì 16 aprile.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu