3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 4.915 VOLTE

Sandro Trombetta: un giovane imprenditore di casa nostra si racconta

Entusiasmo e voglia di fare: due "ingredienti" vincenti ed alla base di ogni proposta imprenditoriale indipendentemente dal territorio di appartenenza.

Sandro Trombetta, 38 anni, giovane imprenditore. Rappresenta la CIGIESSE srl un’Agenzia di comunicazione e web marketing «che si trova nel meraviglioso centro di Isola del Liri».

Lo abbiamo intervistato allo scopo di far conoscere la sua realtà e soprattutto lo spirito positivo da cui è animato. «Mi entusiasmo – ha esordito prima di rispondere alle nostre domande – ogni volta che penso alla realtà che sono riuscito a creare grazie, soprattutto, al team di persone che mi affiancano e creano quel valore aggiunto indispensabile per riuscire ad avere successo sul mercato attuale. Infatti, credo che il valore più importante nella mia agenzia è rappresentato dal know-how e dall’entusiasmo della mia squadra senza la quale non avrei potuto raccogliere successi e soddisfazioni, insieme, anche, a tanti momenti di delusioni e malumori che, comunque, superiamo insieme e cerchiamo di risolvere con spirito positivo».

Di seguito i nove quesiti a cui Trombetta ha risposto in modo esauriente fornendo spunti utili per tutti i lettori, soprattutto per color che magari sognano di fare impresa nel nostro territorio.

Quale è il tuo background?
«La nostra agenzia nasce nel 1999 come agenzia di promozione, negli anni, si evolve in agenzia di comunicazione integrata offrendo ai propri clienti strumenti di comunicazione integrati e multicanali: dall’organizzazione dell’evento, alle campagne pubblicitarie fino alle più moderne strategie di comunicazione interattiva, quindi occupandosi di Marketing Online, in particolare, di indicizzazione SEO, Web Analytics, Campagne Ad Words e Remarketing, Distribuzione Online e Social Media Marketing».

Quali sono state le più grandi difficoltà che hai dovuto affrontare?
«Bene, oggi essere imprenditore è forse una delle attività più difficili da svolgere, molto spesso hai l’impressione che il lavoro che svolgi tutti i giorni con fatica e impegno non sia effettivamente ripagato proporzionalmente in termini economici. Quindi, una delle difficoltà maggiori è quella di sforzarmi ogni giorno a ricaricare il mio entusiasmo e diffonderlo alla mia squadra per non perdere fiducia nel futuro. Un futuro che oggi è difficile da vedere con ottimismo a causa del periodo che stiamo attraversando. Ma essere imprenditore significa soprattutto avere la capacità di credere nella propria azienda e far in modo, attraverso lo sviluppo di nuovi servizi innovativi, di farla crescere.»

Potessi tornare indietro cosa faresti diversamente?
«Posso affermare, senza presunzione, che tutto ciò che ho fatto o scelto in questi 15 anni di attività è stato frutto di attente e ponderate decisioni, quindi, potessi tornare indietro rifarei tutto ciò che ho fatto senza rimpianti. Io, invece aggiungerei una riflessione in merito, oggi le piccole e medie imprese non sono causa del loro male, anzi! Quello che invece andrebbe rivisto completamente è il modo con cui lo Stato vede le piccole realtà come la mia, è necessario che le piccole imprese vengano tutelate, valorizzate e ci si renda conto finalmente che noi rappresentiamo l’ITALIA che lavora, produce e dà lavoro».

Quale credi sia l’attitudine che ti ha permesso di raggiungere i migliori risultati?
«Sicuramente la capacità di sapermi rinnovare e saper rinnovare la mia azienda ogni giorno, oggi la velocità di sapersi adattare alle esigenze del mercato è strategica. Penso che tutte le attività, anche commerciali, che non sappiano adattarsi e rinnovarsi alle velocissime e mutevoli esigenze del mercato abbiano vita brevissima. Soprattutto nel mondo della comunicazione e del marketing è di fondamentale importanza rimanere sempre al passo con i tempi e offrire ai clienti servizi sempre più innovativi.»

sandro_trombetta

Cosa ti motiva?
«Come ho detto precedentemente, oggi il riscontro economico non esiste più, quindi, l’unica cosa che ti motiva è quella di pensare a ciò che hai costruito con gli anni con tanta fatica e sacrificio e sentire clienti che fanno il tuo nome e suggeriscono l’agenzia ad altri clienti, questa è una grande soddisfazione!»

Cos’è per te il successo?
«Il successo non è un traguardo unico, ma, l’attività di imprenditore è fatta da tantissimi piccoli successi, per esempio oggi riuscire a chiudere un contratto con un cliente è un successo, riuscire a farsi pagare è un successo, riuscire a pagare tutti gli stipendi è un successo, avere un buon rapporto con le banche è un successo, partecipare ad un bando di finanziamento e farsi finanziare è un successo… Potrei andare avanti all’infinito ma finirei con il dire… riuscire a rimanere aperti oggi è il successo più grande!!!»

Come si batte la crisi?
«Non è corretto dire come si batte la crisi, il momento economico che stà vivendo l’Italia è senza precedenti, frutto di tanti errori che sono stati fatti nel passato e che stiamo pagando noi! Quindi la crisi non bisogna batterla ma saperla vivere e direi saper convivere con la crisi. L’approccio con cui si fa impresa è diverso rispetto a 10 anni fa, oggi è indispensabile puntare sull’innovazione dei servizi e sul know-how dei propri collaboratori attraverso una formazione continua tesa all’eccellenza del servizio offerto. Le aziende che si rivolgono a noi hanno bisogno di qualità, affidabilità, e soprattutto di velocità dei servizi offerti e la nostra agenzia è in grado di garantire tutto questo grazie al modo con cui negli anni siamo riusciti a strutturarci».

Quali insegnamenti ti ha dato la vita?
«Uno degli insegnamenti che mi ha dato la vita aziendale è quello di avere sempre una visione positiva, credere nella mia azienda e nella mia squadra ogni giorno».

Cosa consiglieresti ai giovani d’oggi?
«Di affrontare la vita con determinazione e umiltà. Concludo con una citazione di Laozi:“Anche un viaggio di mille miglia inizia con un passo”».

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu