1’ di lettura

Sanità provinciale al collasso, Annalisa D’Aguanno: “No al declassamento di Cassino, Sora ed Alatri”

“Il nuovo piano ospedaliero proposto dalla Asl di Frosinone proprio non va, è da bocciare e riformulare radicalmente. Il documento proposto dal commissario Suppa penalizza l’intero territorio, una provincia che ha già pagato pesantemente dazio in materia e che oggi meriterebbe al contrario di essere dotata di nuovi e più efficienti servizi, di potenziamenti e non di tagli orizzontali ed indiscriminati come si prospetta nel piano.

In particolare non piace, e in merito operatori e Sindaci hanno già espresso tutta la loro contrarietà, l’idea di creare un solo polo ospedaliero a Frosinone con il conseguenziale declassamento di Cassino, Sora ed Alatri che perderebbero le rispettive strutture complesse di direzione sanitaria, con tutte le negative ripercussioni del caso. Ciò che serve sono invece l’eliminazione dei doppioni, la creazione negli ospedali delle tre città di specializzazioni da attivare in reciproca sinergia, il potenziamento dei pronto soccorso, l’attivazione a Frosinone del famoso Dea di II livello e, come è già stato suggerito da alcune associazioni, la creazione negli altri ospedali di Dea di I livello.

Ancora: bisognerebbe razionalizzare e ottimizzare le piante organiche così da poter portare il personale laddove è mancante e realmente serve. La bozza del piano ospedaliero firmato da Suppa, un vero “pasticcio” non accettato neppure dai suoi dirigenti più stretti, dovrà essere presentata alla Regione entro il 5 ottobre. La speranza è che ci sia un profondo ripensamento e che ad indurre a ciò il generale Suppa possano essere i Sindaci del territorio che il prossimo 15 settembre torneranno a riunirsi in sede di Consulta della sanità. La strada da seguire è quella del potenziamento dei servizi e del miglioramento della sanità provinciale e non quella dei tagli senza senso e non rispondenti alle esigenze dei cittadini-utenti e del territorio”.

Lo ha dichiarato Annalisa D’Aguanno, dirigente del Pdl provinciale

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Bando di concorso in Banca d'Italia: requisiti, prove e come partecipare

Banca d'Italia seleziona 30 laureati in ingegneria e statistica per assunzioni a tempo indeterminato. Candidature online entro il 27 ottobre.

Il Covid torna a minacciare l'Europa. Luigi Di Maio: «Massima solidarietà a Spagna e Francia»

Il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ripercorre i difficili mesi di questo drammatico 2020, segnato dalla pandemia di Covid-19.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...