5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.055 VOLTE

SANITA’ – Tedeschi (Idv): Notizie allarmanti dall’ospedale di Sora

“L’assistenza ospedaliera in Provincia di Frosinone e’ giunta ormai all’inverosimile. In tutti gli ospedali ancora aperti sussistono gravi carenze sia in termini di assistenza nei reparti, sia in termini di risposte ai pazienti in lista di attesa per i vari esami e visite. Dall’Ospedale SS. Trinità di Sora mi giungono notizie particolarmente allarmanti. I malati dopo lunghe ore di attesa al pronto soccorso, spesso vengono destinati in reparti che nulla hanno a che vedere con la patologia diagnosticata.

Molti pazienti vengono “appoggiati” nel reparto che presenta una disponibilità di posto letto in attesa di una idonea collocazione nei giorni successivi. Nel frattempo il medico del reparto “saturo” e’ costretto ad ogni ora del giorno a fare il giro dell’ospedale in cerca dei propri pazienti da visitare. Tutto questo comporta ovviamente un dispendio di energie ed al contempo un problema nel caso si registrino delle emergenze.

Per far fronte alle richieste sono stati inseriti posti letto in ogni spazio disponibile: stanze d quattro sono diventate da sei letti, le bombole di ossigeno presentano collegamenti volanti, insomma sembra che l’emergenza vissuta durante la nevicata di febbraio non abbia mai avuto fine! L’assistenza alberghiera ha oltrepassato i limiti della decenza e cominciano ad esserci anche carenze igieniche dovute al sovraffollamento nelle stanze. Addirittura le stanze destinate ai pazienti deceduti vengono utilizzate per allocarvi nuovi posti letto con la conseguenza che quando un paziente muore viene lasciato nel proprio letto fin tanto che non diventa possibile il trasporto in camera mortuaria. Sia ben chiaro che la responsabilità di tutto questo e’ in capo solo ed esclusivamente al Commissario/Presidente Polverini. Il personale medico e paramedico dell’Ospedale di Sora presta un servizio encomiabile andando ben al di là dei propri doveri. I turni massacrati cui sono costretti tutti gli operatori rendono possibile ancora un’assistenza che si colloca tuttavia sempre di più verso una situazione limite. I famigerati livelli essenziali di assistenza (LEA) sono sempre più irraggiungibili perché dinanzi alle tante richieste ed alle scarse risorse non sempre si riescono a fare i miracoli. I medici e gli infermieri con spirito di abnegazione si stanno prodigando, ma ormai la realtà non può più essere taciuta. Si stanno oltrepassando i limiti della decenza e personalmente metterò in atto tutte le azioni politiche per contrastare questo oltraggio al diritto alla salute dei cittadini della Provincia di Frosinone.”

Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu