“Sarà dura senza di lui, l’uomo con cui ho condiviso 44 anni della mia vita”

La dolcissima lettera aperta scritta da Rossana Lorini per ringraziare l'Ospedale di Sora, dopo aver perso la battaglia contro il cancro che il Mario portava avanti da diversi mesi.

«Ogni battaglia è personale, ogni battaglia ha la sua storia e il suo dolore, ma di ogni battaglia si portano nel cuore le persone che insieme a noi hanno sperato e lottato.

Perché è nella battaglia che scopri le relazioni vere e quegli uomini che sanno andare oltre il proprio egoismo e il proprio dovere, donando incondizionatamente per amore del prossimo, per passione e per attaccamento ad una causa che si chiama vita.

Mi chiamo Rossana Lorini, una settimana fa ho perso la battaglia contro il cancro che mio marito Mario portava avanti da diversi mesi, una sconfitta che mai avrei pensato di affrontare o affrontare così presto. Sarà dura d’ora in avanti senza lui, senza un uomo con cui ho condiviso 44 anni della mia vita.

Purtroppo mi rendo conto che tante delle persone che leggeranno queste mie parole, sanno di cosa parlo e conoscono il dolore che si prova a perdere battaglie del genere, dopo aver lottato, sperato, raccolto tutte le forze per mesi e mesi. Rimani spiazzato, stremato, con un senso di ingiustizia che ti svuota dentro e non sai cosa fare oggi, domani, dove trovare più un senso.

Non ho ancora una risposta a tutto questo, ma ho pensato di fare un piccolo passo che sento può farmi bene al cuore e di cui Mario sicuramente sarebbe grato. Voglio raccogliere come in un mazzo di fiori tutti gli spiragli di luce e di amore che in questi mesi abbiamo ricevuto nell’Ospedale SS. Trinità di Sora e uno ad uno dirgli “Grazie”. Grazie ai tecnici dei reparto di Radioterapia, al Dott. Michele Battista, grande professionista e grande uomo. A tutto il personale del reparto di Oncologia, gli infermieri, i dottori, uomini e donne all’altezza del dramma che si vive quotidianamente in quelle stanze. Alle vostre parole di conforto, i piccoli gesti, i sorrisi, agli sguardi e agli abbracci che danno forza.

Tutta la mia famiglia, Marco, Matteo, Francesca, Giada, le persone che ci amano e Mario vi dicono grazie. Perché una battaglia può essere tanto dura, ma è lo spirito con cui la si affronta che fa la differenza; e, una volta finita, se non sapete da dove ricominciare, provate a ricominciare dall’amore».

CRONACA

SORA - Paura al Serapide, ma questa volta è andata bene. Ora la messa in sicurezza

I lampeggianti accesi nei pressi della struttura hanno fatto subito pensare al peggio.

NECROLOGI

È venuto a mancare Giuseppe Gerardo Lollo

Si è spento a Sora presso la propria abitazione in via Cocorbito.

POLITICA

SORA - Occupazione suolo pubblico: la nuova ordinanza emessa dal Sindaco De Donatis

Il testo è stato studiato e redatto con l'obiettivo di tutelare la salute pubblica e favorire la ripresa delle attività economiche ...

EVENTI

ISOLA DEL LIRI - Domenica 05 Luglio terzo appuntamento targato "Space Music"

Tra i vari ospiti della giornata, suoneranno dal vivo Alessandro Spaziani con la sua batteria, Ernesto Dolvi, sassofonista e finalista ...