3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.199 VOLTE

Sciopero fame Tersigni, aggiornamento: «Avanti ad oltranza, vogliamo Sora Dea 1° Livello»

Meglio tardi che mai. Il sindaco di Sora Ernesto Tersigni, ha dettato le sue condizioni per sospendere lo sciopero della fame insieme agli altri sindaci del Distretto Sanitario C di Sora, dichiarando ai microfoni di ITR e Tg24 che andrà avanti ad oltranza finché non gli verrà assicurato che «nel prossimo atto aziendale l’ospedale SS. Trinità sarà decretato DEA di 1° livello», come gli ospedali S. Scolastica di Cassino e Spaziani di Frosinone.

Stamane la vicenda ha trovato spazio anche sulle pagine web de “Il Corriere della Sera” (clicca qui per leggere) e de “Il Messaggero” (clicca qui per leggere). La reazione del manager della ASL frusinate, Dott.sa Isabella Mastrobuono, non si è fatta attendere: in mattinata ha telefonato a Tersigni chiedendo di incontrare i Sindaci a Frosinone, ma Tersigni e gli stessi primi cittadini sono rimasti a Sora, chiedendo a loro volta alla manager di recarsi in ospedale. Stamane, tra l’altro, Mastrobuono doveva essere proprio al SS. Trinità per l’inaugurazione del nuovo ecografo donato al reparto di Ocologia, ma da quanto ci risulta è rimasta a Frosinone.

La protesta va dunque avanti. Tutti i Sindaci presenti presso il nosocomio sorano hanno deciso di comune accordo di convocare per mercoledì 18 giugno 2014, alle ore 11, un Consiglio comunale straordinario, urgente, congiunto ed aperto. La seduta, che si svolgerà presso la struttura sanitaria, avrà un unico ma importantissimo punto all’ordine del giorno: “Situazione dell’Ospedale Civile SS. Trinità di Sora. Determinazioni”.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu