mercoledì 19 dicembre 2012

Scongiurata la chiusura dell’Ospedale SS. Trinita a Sora

Ieri mattina sono giunte finalmente buone notizie riguardo al nosocomio sorano. Il Primo cittadino fa sapere, infatti, che come da comunicazione del Direttore Generale f.f. Dottor Mauro Vicano, al SS Trinità non verranno apportati tagli e il nostro ospedale potrà continuare ad operare serenamente.

Un impegno corale. “Grazie all’impegno di tutti – ha dichiarato il Sindaco – siamo riusciti a portare a casa un grande risultato mantenendo i reparti che rischiavano la chiusura. Un particolare ringraziamento va ai 26 colleghi sindaci del distretto sanitario del polo C che non hanno esitato a scendere in campo per la difesa della sanità locale e al Direttore Generale Vicano che si è tanto adoperato in difesa del S.S. Trinità. Il risultato raggiunto a Sora è l’espressione di un impegno comune dove tutti hanno sentito il bisogno di scendere in campo per difendere la nostra sanità e a tutti, quindi, deve arrivare il ringraziamento per quanto è stato fatto”.

Ridimensionamento per oncologia e cardiologia. Per quanto attiene, invece, il ridimensionamento, probabilmente saranno trasformati due posti letto di degenza oncologica in day hospital e forse verranno tagliati due posti letto in cardiologia. “Il Direttore Generale – fa sapere, però, Tersigni – mi ha comunque assicurato che, in sede di definizione del nuovo atto aziendale, si cercherà di ripristinare la situazione attuale”.

L’ospedale di Alatri. In merito alle problematiche della vicina città di Alatri, poi, il Primo cittadino ha voluto esprimere solidarietà: “Sono vicino ai cittadini di Alatri che effettivamente stanno perdendo il loro reparto di ostetricia e ginecologia. Mi auguro vivamente che, anche per loro, si giunga ad una soluzione positiva”.

Le cliniche private. Nella mattinata di ieri, insieme ai rappresentanti istituzionali di Cassino e Isola del Liri, il Sindaco Tersigni ha partecipato, presso la Prefettura di Frosinone, ad una manifestazione per la salvaguardia delle strutture sanitarie private dei comuni della nostra Provincia. Erano presenti anche tanti operatori sanitari delle strutture private che rischiano la chiusura al 31/12 di quest’anno con l’entrata in vigore del decreto Balduzzi. “Siamo stati ricevuti dal Vice Prefetto Dott. Francesco Cappelli – dichiara il Sindaco – al quale abbiamo consegnato un documento che il SE il Prefetto, Eugenia Soldà, porterà all’attenzione del Commissario Bondi affinché possa rivedere il piano dei tagli e restituire a queste strutture private la piena operatività, nell’esclusivo interesse dei cittadini e della sanità provinciale. Mi auguro che anche in questo caso si giunga presto ad una soluzione in quanto le strutture private svolgono un importate ruolo di supporto alla sanità pubblica”.

Commenti

wpDiscuz
Menu