3 anni fa

Sei tricicli per la raccolta rifiuti a Sora

Piccoli ma dotati di tutto: sono i sei tricicli muniti di cassonetti per rifiuti, scopa, rastrello, zappetta per le erbacce e pinza per le siringhe che ieri mattina sono stati consegnati presso l’Ecocentro dell’Ambiente Surl, alla presenza del presidente della società Daniele Tersigni, del sindaco di Sora Ernesto Tersigni e di Antonio Vinci, del CdA. L’intento dell’iniziativa è quello far circolare meno mezzi sulle strade di Sora rendendo autonomi i lavoratori e facendo si che il servizio sia il più efficiente possibile: minor impatto ambientale, quindi, e risparmio sui costi. «I tricicli sono di tecnologia corrente, cicloassistita, con marce, si muoveranno in sicurezza e saranno operativi da lunedì. Un forte ringraziamento – ha detto il presidente Tersigni – va fatto a tutti gli sponsor che con il loro contributo hanno fatto si che il costo per la dotazione fosse pari a zero poiché totalmente coperto dalla sponsorizzazione. Viaggeranno 12 mesi l’anno salvo intemperie». «L’intento è anche quello di fare una differenziata con lo spazzamento stradale – precisa Vinci – . Ci sono tre contenitori, uno più grande per l’indifferenziata, uno per il vetro ed uno per raccogliere l’alluminio. E’ l’occasione per recuperare questo materiale che spesso viene abbandonato sulle strade cittadine».

Visibilmente soddisfatto anche il sindaco Ernesto Tersigni: «L’acquisto di queste biciclette attrezzate denota che l’Ambiente Surl si evolve e si adegua alle esigenze della città seguendo anche i Comuni che hanno già adottato questo sistema. Si tratta poi di un acquisto a costo zero ed anche per questo è un aspetto importante. Da sottolineare che questi mezzi sono dotati anche di attrezzature idonee per raccogliere spazzatura pericolosa come le siringhe che, purtroppo, ancora si trovano in alcune zone della città, specie in pieno centro. Spero che la presenza di queste biciclette sia anche di esempio per i cittadini affinché si possa andare nella direzione di una mobilità garantita e sostenibile che fa bene all’ambiente, alla salute ed alle tasche».

Commenti

wpDiscuz
Menu