54" di lettura

Sequestrato in Ciociaria il pericoloso e potente allucinogeno che spinge al suicidio

In una villa i Carabinieri hanno trovato diverse capsule di “ayahuasca” e “mambe’”. È la seconda volta che accade in Italia.

Nella notte tra il 6 e il 7 Febbraio, i militari della Stazione di Fiuggi, coadiuvati da quelli del N.O.R.M. e di altre Stazioni della Compagnia di Alatri, nel corso di un predisposto servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati relativi al consumo e spaccio di sostanze stupefacenti, hanno denunciato 4 soggetti per “produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti in concorso”.

I Carabinieri – si legge nella nota emessa dal Comando Provinciale di Frosinone – nel corso del servizio, hanno eseguito una perquisizione domiciliare presso un’abitazione situata nella città termale, dove domiciliavano i soggetti: un 40enne residente in provincia di Treviso, (già censito per reati inerenti gli stupefacenti, la persona ed il patrimonio), un 24enne residente a Roma, una 25enne residente ad Aprilia ed un 35enne cittadino svedese.

La perquisizione ha permesso di rinvenire, oltre ad un piccolo quantitativo di hashish e marjuana, diverse capsule contenenti stupefacente verosimilmente del tipo “ayahuasca” e “mambe’”, nonché materiale vario atto alla produzione e confezionamento delle sostanze stupefacenti, il tutto sottoposto a sequestro

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti