6 mesi fa redazione@sora24.it
LETTO 370 VOLTE

Serie A a rischio per il palasport troppo piccolo: lettera aperta dell’Armata Volsca Volley Sora

«Siamo i tifosi dell’ARMATA VOLSCA VOLLEY SORA, della squadra di Superlega di volley della BIOSI INDEXA SORA. Il nostro nome può sembrare cupo o cattivo, ma conoscendoci siamo invece passionali e legati non solo alla squadra, ma soprattutto al nostro territorio.

Quel territorio che rischia di non avere più una sua squadra nel massimo campionato di volley mondiale. Cosi come gli amici di Molfetta, Vibo, Latina e Castellana Grotte. E tutto solo per la regola del palazzetto. Si può chiedere ad una società di farsi carico di un palazzetto di 3/4000 posti? Quando il massimo raggiunto quest’anno è sempre stato di 2100? Almeno a Sora.

Il nostro odierno palazzetto ha solo quella capienza. 2100 appunto. Ma per un territorio di 25000 abitanti è giusto. Anche perché siamo sempre rimasti nell’80% di capienza in ogni partita disputata. Chiedere l’aiuto del comune? Sappiamo tutti i salti mortali che fanno le varie amministrazioni per portare ad un giusto equilibrio il loro budget. E soprattutto nel centro sud.

Stiamo cercando di sensibilizzare tutti, sponsor e non. Far capire che rischiando ti togliere dalla Superlega di volley SORA, LATINA, VIBO, CASTELLANA GROTTE E MOLFETTA, si rischia di uccidere la passione per questo sport, e per tutto ciò che c’è attorno. Solo questo chiediamo. Ad ognuno di fare la propria parte, di sensibilizzare il piu possibile l’opinione pubblica e chi in questo sport c’è e ci lavora.

Lo sport appunto include, non divide. E i palazzetti anche solo di 2000 posti, non possono essere la discriminante per togliere a queste società e a noi tifosi, ciò che tutti ci siamo guadagnati sul campo. È più bello ed importante avere palazzetti piccoli, adeguati e giusti per ogni città, che avere cattedrali grandi ma… semivuote. Grazie per everci letto e ascoltato… noi lotteremo fino in fondo, portando a conoscenza di tutti ciò che accade oggi in Superlega. Affinché le cose possano cambiare e anche il Sud abbia la sua pallavolo di alto livello…»

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu