1’ di lettura

Si può ancora salvare la scuola media a Carnello

Gli assessori parlano di di baracche, i consiglieri di numeri E NOI PERDIAMO LA SCUOLA!!! Lo sforzo sostenuto dalla scorsa amministrazione comunale, per realizzare la struttura “PROVVISORIA” che ospita ancora la scuola media di Carnello, ha determinato il ristagno del progetto della nuova scuola (nell’ex-sito industriale Hercules Italia Spa), è questo motivo del drammatico calo d’iscrizioni che ne determinerà la chiusura. I nostri amministratori fanno il solito “scarica barile”, accusandosi a vicenda sulle responsabilità del problema, invece che risolverlo, perchè a mio parere potrebbero ancora riuscirci, se solo prendessero i seguenti provvedimenti:
1) impegnarsi alla realizzazione di una struttura idonea in tempi molto ristretti;
2) agevolare i nuovi iscritti: fornendo libri e materiali didattici gratuiti, utilizzare la palestra del nuovo palazzetto dello sport, organizzare gite scolastiche gratuite e quant’altro possa attirare nuovi alunni;
3) tutti, e dico tutti i componenti dell’attuale amministrazione comunale, in primis il Sig. Sindaco Ernesto Tersigni seguito da assessori e consiglieri, devono dedicare un pò del proprio prezioso tempo da trascorrere con le famiglie di Carnello, andando casa per casa, suonando i stessi campanelli che hanno suonato in campagna elettorale, per convincere la cittadinanza a pazientare ancora e scegliere la scuola di Carnello, perchè a breve sarà realizzata la nuova struttura. Ma devono farlo subito, altrimenti scadrà anche la proroga del prolungamento dei tempi d’iscrizione.

Fin ora non sono state intraprese iniziative di rilievo per salvare la scuola e, paradossalmente, la cittadinanza percepisce la sensazione che tutti assistano inermi alla chiusura della scuola, per poi poter finalmente denigrare qualcun’altro, ma a farne le spese saremo noi comuni cittadini.

Davide Iafrate

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Offerte valide dal 24 al 30 Settembre 2020.

EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...