1’ di lettura

Silvio Berlusconi: tre condizioni per votare lo scostamento di bilancio

L'ex presidente del consiglio ha inoltre sottolineato che Forza Italia non parteciperà a un esecutivo insieme a forze politicamente incompatibili con gli azzurri. «I nostri principi sono quelli liberali, cristiani, europeisti, garantisti».

ha elencato tre punti fondamentali per il via libera di Forza Italia al voto favorevole per lo scostamento di bilancio. «Siamo disponibili a votare il prossimo scostamento di bilancio – ha scritto l’ex premier sulla propria pagina social- ma naturalmente a certe condizioni. Voteremo lo scostamento se servirà per esempio a dare immediato indennizzo a chi ha dovuto chiudere la propria attività, a pagare finalmente i debiti della pubblica amministrazione, a coprire un semestre bianco fiscale, sospendendo tutti i pagamenti verso lo Stato almeno per chi è in difficoltà».

Tuttavia, se per l’emergenza economica ci sono spiragli di collaborazione, altrettanto non si può dire di un’eventuale fase di governo insieme ai “giallorossi”: «Escludo la nostra partecipazione ad un esecutivo con forze politiche incompatibili con noi, ha dichiarato Berlusconi al Corriere della Sera, ripostando lo stralcio dell’intervista sul suo profilo social. Altra cosa – ha aggiunto il fondatore e presidente di Forza Italia – è che l’opposizione sia coinvolta. In verità io ho chiesto più volte che siano coinvolte tutte le migliori energie del Paese, non solo della politica, ma della cultura, dell’impresa, della scienza, del lavoro, in un grande sforzo collettivo per rispondere all’emergenza».

Infine, una considerazione sugli alleati, sempre riportata sulle colonne del Corriere e rilanciata su Facebook: «Se noi e i gli alleati avessimo sempre la stessa opinione – ha sottolineato Berlusconi – non saremmo un’alleanza, saremmo un partito unico. Noi operiamo secondo la nostra cultura e i nostri principi, che sono quelli liberali, cristiani, europeisti, garantisti».

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Renato Conimi
2 mesi fa

Fine di un sogno.