1’ di lettura

CRONACA

Sora: 80enne cade in casa. I Carabinieri si arrampicano fino al secondo piano per soccorrerla

A dare l'allarme due dipendenti della società "Ambiente & Salute" che stavano effettuando il porta a porta. Una volta sul posto, i militari, ascoltando i lamenti dell'anziana dolorante, hanno deciso di passare subito all'azione.

Una donna di oltre 80 anni, in stato di incoscienza e che, una volta caduta, non era in grado di rialzarsi, è stata soccorsa dai Carabinieri della Compagnia di Sora.

L’allarme all’alba

L’episodio è accaduto alle prime ore del mattino in un appartamento di questo centro storico. A dare l’allarme al “112” sono stati i due dipendenti della società “Ambiente e Salute” che, nell’effettuare il servizio di ritiro porta a porta dei rifiuti, a seguito della percezione di lamenti provenienti da una via adiacente la via Cittadella, hanno cercato e trovato l’abitazione da cui venivano delle urla di dolore e richieste di aiuto.

I soccorsi

Parallelamente è stato richiesto anche l’intervento di un’ambulanza. I Carabinieri della Centrale Operativa della Compagnia di Sora, contattati dagli operatori del NUE e anche da quelli del 118, che hanno confermato la richiesta, hanno immediatamente inviato una pattuglia sul posto. I Militari in servizio, della Stazione di Sora e dell’Aliquota Radiomobile del NOR della città volsca, si sono precipitati sul posto e arrivati nella via hanno trovato i due segnalanti che indicavano l’esatta abitazione.

Carabinieri in azione

Il portone di ingresso era chiuso e i Carabinieri si stavano preparando a sfondarlo, quando hanno percepito che l’anziana era distesa proprio dietro di esso e un’apertura improvvisa del portone poteva farle del male. Nel sentire le urla di dolore e le continue richieste di aiuto dell’anziana, malgrado fosse stato richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco, i Carabinieri comprendevano che non c’era altro tempo da perdere per cui, si arrampicavano attraverso una impalcatura presente su una facciata dell’edificio fino a raggiungere il secondo piano dove, con degli attrezzi di fortuna, riuscivano a forzare la finestra entrando in casa.

Stabilizzazione e ricovero della donna

Raggiunta la donna, dolorante ed in uno stato confusionale, la spostavano con delicatezza fino ad aprire il portone d’ingresso e a consentire l’accesso del personale sanitario. La donna veniva quindi velocemente stabilizzata e accompagnata presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Sora dove è attualmente ricoverata. Si sospettava una rottura del femore, poi scongiurata dall’esito della TAC.

L'informazione locale ha un costo che non è sostenibile solo con la pubblicità. Clicca qui per aiutare con una donazione Sora24: il tuo contributo (anche piccolo) può fare la differenza!