mercoledì 23 luglio 2014

Sora: al Boario una giornata di musica, cultura e civiltà. Presentarsi “armati” di rastrello!

Una bella iniziativa organizzata da un gruppo di giovani della città, già saliti alla ribalta delle cronache cittadine per il loro reportage sul centro storico di Sora.

È passato più o meno un anno da quando siamo venuti a conoscenza del fatto che il Parco Valente (ex Campo Boario) era in procinto di essere affidato in gestione ad un privato. Era il 14 giugno 2013 quando la notizia veniva pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Sora; nella notizia infatti si faceva riferimento a modalità di riqualificazione e manutenzione del parco da parte di una ditta privata che una volta vinto il bando avrebbe dovuto versare come canone annuale la cifra di 4.000 euro al Comune.

Qualche giorno dopo “I ragazzi del Boario” esprimevano il loro dissenso nei confronti di questa scelta attraverso l’esposizione di uno striscione fuori dal parco che recitava “Sora dice no alla $vendita del Campo Boario”. A questo fatto seguirono una serie di atteggiamenti poco gentili da parte del nuovo affidatario il quale non perse occasione per criticare di persona i creatori dello striscione. Bèh a distanza di un anno tutta la città potrà notare come nulla sia cambiato anzi, a quanto pare la gestione del Parco Valente pare non sia stata più assegnata alla ditta precedentemente citata.

E sicuramente non potrà farci altro che piacere. Piacere perché? Piacere perché nella nostra concezione di società e di bene comune dovrebbe esserci una gestione del bene pubblico da parte delle istituzioni e non da parte di privati esterni con lo scopo di lucrare. Un’analoga situazione la stiamo vivendo anche in questi giorni con il campo G.Panico (ex Trecce) il quale sempre per scelta amministrativa verrà affidato alla gestione di un privato. Per far fronte a questa situazione di stallo il 26 Luglio 2014 presso il Parco Valente (ex Campo Boario) si svolgerà la prima edizione del “Fuoriposto Boario Fest” e sarà così organizzata.

Dalla mattina, inizieranno le PULIZIE all’interno del parco, si provvederà ad una riqualificazione completa del posto, potete partecipare alla campagna ” Porta un rastrello al Boario “ per partecipare in prima persona alla pulizia del Parco Valente! Una volta terminate le pulizie daremo il via a vari tornei tra cui quello DI BASKET UNDERGROUND che vedrà la partecipazione di tantissimi ragazzi di Sora e non! Inoltre dopo aver riqualificato anche il campo da bocce si darà il via anche al TORNEO DI BOCCE e a tanti altri tornei ai quale tutti sono invitati a partecipare!

Verrà allestita una MOSTRA FOTOGRAFICA da parte del collettivo Fuoriposto dedicando inoltre una parte di essa alla tragica guerra in Palestina! Ci sarà anche uno spazio libero per le persone che volessero esporre le proprie foto, infatti sono arrivate già le prime collaborazioni. Verranno inoltre esposte anche le PRIME foto vincenti del #The 1ST FUORIPOSTO PHOTO CONTEST, sponsorizzate dallo studio fotografico ” Rocco De Ciantis “, contest partecipatissimo. Come se non bastasse ci sarà un CORSO DI RICICLAGGIO DEL LEGNO al fine di CREARE DELLE PANCHINE per i ragazzi che vivono e vivranno sempre il Boario, data l’assenza di manutenzione da circa due o tre anni!

Nel pomeriggio invece, stop alla musica (per un paio d’ore), si svolgeranno dei DIBATTITI che toccheranno problematiche reali alle quali siamo costretti a sottostare ogni giorno! Infatti le parole chiavi della giornata saranno: LIBERTÀ, RIAPPROPRIAZIONE, LEGALITÀ, AMBIENTE. Verrà affrontato infatti un dibattito su quanto ad oggi sia importante tornare a partecipare nei processi culturali e politici che coinvolgono la città ai quali da troppo tempo siamo stati allontanati, dando concreta dimostrazione di cosa è possibile ottenere coinvolgendo e rendendo prima protagonista la componente giovanile che per un giorno si sta riappropriando di un BENE PUBBLICO lanciando un messaggio forte e chiaro: IL BOARIO NON È IN $VENDITA!
Interverranno nella giornata associazioni cittadine e collettivi studenteschi, ma soprattutto sarà importantissima la presenza di “Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” .

Una realtà nata il 25 marzo 1995 con l’intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità. La legge sull’uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l’educazione alla legalità democratica, l’impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera.

Affronteremo attraverso la raccolta di informazioni da parte nostra il problema dell’inquinamento provocato dalla TURBOGAS, dei danni che provoca all’insaputa di tutta la città con l’intervento di un rappresentante del Comitato Salute. Al dibattito parteciperà anche la Rete degli Studenti Medi, collettivo studentesco militante nei licei della città. La giornata sarà accompagnata da musica in deejay set di giovani producer, musica dal vivo dal tardo pomeriggio e anche un AREA GRAFFITI per chi volesse GRAFFITARE un pò! Dalla sera ci saranno esibizioni teatrali e esibizioni musicali di gruppi romani, gruppi di Sora e non! Ci saranno anche delle bancarelle di artigianato, inoltre per chi volesse esporre del proprio materiale quel giorno può ancora contattarci ! All’interno del Parco sarà possibile trovare le copie di Fuoriposto Magazine e acquistare la nostra prima stampa LIMITED EDITION delle magliette di Fuoriposto!

“Daremo dimostrazione e prova di quanto potente possa essere l’arma della partecipazione” – affermano i ragazzi di Fuoriposto – “attraverso questa giornata vogliamo far capire ai cittadini e alle istituzioni quanto sia importante coinvolgere i giovani e le associazioni cittadine per far fronte a problemi di gestione di beni pubblici; per un giorno i giovani di questa città si riprendono un parco che è sinonimo di speculazione!”

“Questo sarà solo il primo passo – continuano i ragazzi – il secondo sarà capire a che punto siamo con il parco di San Domenico, altrimenti saremo costretti a intervenire anche lì perché non vogliamo e non riusciamo a credere che nel bilancio comunale non ci sia nemmeno un euro destinato alla riqualificazione di posti come il Parco Valente, nemmeno per rimettere i secchi come richiesto da noi! Chi ci segue sa che abbiamo molto a cuore la città di Sora e dalle nostre inchieste cerchiamo di proporre delle valide alternative che non siano per forza le privatizzazioni dei beni pubblici!

Vogliamo invitare il Sindaco Tersigni ad informarsi sulla situazione del Campo Boario di Cassino, diventato “ cittadella delle associazioni” , all’interno di un progetto di riqualificazione dell’area in questione al fine di garantire nuovi spazi dedicati ad attività sociali. Citando il sindaco di Cassino, “L’associazionismo, – infatti – è una risorsa importantissima per il territorio; in questi anni molte associazioni si sono prese cura a proprie spese di diverse aree verdi della città, fornendo un contributo importantissimo non solo nella tutela degli spazi verdi, ma anche attraverso la realizzazione di diverse attività che hanno arricchito l’offerta socio – culturale della città. In questo caso specifico, inoltre, il confronto con le associazioni è servito a migliorare ulteriormente un progetto che mira a riqualificare, e contemporaneamente preservare, tutte le caratteristiche di rilevanza storica presenti all’interno dell’ex Campo Boario”.

Ecco, anche noi vorremo che il nostro Sindaco pronunciasse parole simili invece di chiudere porte in faccia alle associazioni, come avvenuto precedentemente in merito alla questione Parco Valente e anche con la vicenda del campo G.Panico. Il boario non si tocca, il boario è di tutti!

FUORIPOSTO

Commenti

Con Punto Fresco il risparmio è cucito su misura per te! Ecco il nuovo volantino

La promozione resterà in vigore dal 18 al 30 Gennaio 2018 in tutti i punti vendita della catena.

Sabato 20 Gennaio Open Day al "Butterfly Institute", la prestigiosa scuola infanzia bilingue di Sora

Le porte dell'istituto saranno aperte dalle ore 9:30 alle 12:00. Il Dirigente e il personale vi illustreranno tutti i dettagli dell'offerta formativa e dell'organizzazione scolastica.