8 mesi fa redazione@sora24.it
LETTO 881 VOLTE

SORA – Ambiente S.U.R.L., il punto della situazione

Il metodo della concretezza e della trasparenza è per la nostra amministrazione un imprescindibile criterio di governo delle dinamiche amministrative e di risoluzione delle problematiche cittadine. In merito alla gestione della municipalizzata Ambiente S.U.R.L., del ciclo dei rifiuti e del mantenimento del decoro urbano si impongono alcune necessarie precisazioni di carattere storico, contabile ed economico.

Giova infatti restituire veridicità alle circostanze che troppo spesso nel corso di questi mesi sono state distorte al solo fine di nascondere responsabilità ed inefficienze che hanno nomi e cognomi.
È oggettivo che la nostra amministrazione, dopo lˋampia vittoria alle recenti elezioni, sia di fatto subentrata nella gestione del ciclo di rifiuti e nell’organizzazione della società Ambiente con le modalità ed i costi decisi dalla passata amministrazione.

Purtroppo, con tale subentro l’attuale consiliatura ha ereditato una dilettantesca, affrettata e superficiale partenza della raccolta differenziata, con tutte le pesanti ripercussioni in termini di gestione delle risorse e qualità del servizio.

La disastrosa pianificazione basata su un business plan totalmente sganciato dalle elementari regole e precauzioni contabili, carente perfino di un logico rapporto fra costi e ricavi, ha determinato in pochi mesi di raccolta differenziata costi nettamente superiori ai ricavi previsti.

Al primo banco di prova il piano della precedente amministrazione si è dimostrato disastroso, lacunoso, totalmente inefficiente e non più praticabile. Dopo una prima ricognizione e fotografia di questa disastrata situazione è emersa quindi la necessità di rimodulare il piano aziendale al fine di salvaguardare l’equilibrio finanziario della società, l’occupazione e la continuità del servizio.

Per senso di responsabilità nei confronti degli incolpevoli cittadini-contribuenti e dei lavoratori dell’Ambiente Surl stiamo valutando ogni soluzione organizzativa e contabile per risolvere le criticità ereditate.

Siamo fermamente convinti che non sia corretto incidere sulle tasche degli utenti, con ingiustificati aumenti delle tariffe e/o riduzione della qualità del servizio per colmare scellerate scelte passate.
Questa amministrazione sta lavorando alacremente già da molto tempo per garantire un piano industriale serio, sostenibile ed equilibrato, capace di coniugare:

  • un miglior livello igienico e di decoro urbano;
  • l’implementazione di un servizio di raccolta differenziata più efficiente ed efficace, con una gestione delle risorse materiali, professionali ed economiche oculata e senza sprechi;
  • la tutela del livello occupazionale ovvero dei posti di lavoro.

La nostra attitudine alla concretezza ci ha infatti portato a risolvere la delicata problematica degli scarti dell’incubatore del tessile con la recente determina n. 232 del 16 marzo 2017.

Grazie poi al lavoro di squadra del Consigliere Floriana De Donatis, impegnata nella redazione del nuovo piano industriale, ed al coordinamento delle politiche ambientali del Consigliere Massimiliano Bruni, prosegue l’azione di risanamento e rilancio della gestione del ciclo dei rifiuti e la valorizzazione del decoro urbano.

Massimizzare i vantaggi per i lavoratori e per la collettività, gestire le risorse senza sprechi, evitare che la città soffra le ripercussioni di scelte sbagliate: questi sono i cardini del nostro impegno al quale continueremo a dedicarci senza arretramenti.

L’Ass.re all ‘Ambiente
Fausto Baratta

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu