1’ di lettura

SORA – Antonio Vitale chiede “olografe” dimissioni di De Donatis per “sfacelo politico”

Dura nota del coordinatore cittadino di Noi Con Salvini, secondo il quale a Sora "comanda" Abbruzzese.

«Si rimane senza parole nell’assistere al “dibattito politico” che si sta svolgendo a Sora. L’alta arte del Governo del Popolo non può che sentirsi offesa da quanto, attori urlanti e comparse silenti, stanno agendo a danno dei Cittadini Sorani. Riassumendo, il tutto parte con le dimissioni dell’Assessore Lucarelli avvenute il 09 ottobre u.s. Da quel momento è solo un continuo, tra Sindaco ed esponenti di Forza Italia, cambi di scena, dove più che pensare al futuro della Città pensano ai loro personalissimi fatti per scegliere su quale poltrona sedersi.

La farsa della probabile nomina prima di TAGLIALATELA, Carneade della politica locale, e la successiva nomina della di lui consorte, dotata di adeguato titolo di studio, ha visto il Sindaco destreggiarsi fra gli iceberg dei diktat di Forza Italia e le rimostranze della lista “Sora che verrà” cui apparteneva l’assessore Lucarelli e nelle cui fila c’è (ex assessore in pectore), o c’erano, (che ha restituito le deleghe) e Francesco MONORCHIO (primo dei non eletti, che si era dissociato pubblicamente dal Sindaco)

Il conclave, tenuto sabato pomeriggio scorso a Frosinone da Mario ABBRUZZESE e da Pasquale CIACCIARELLI. ha solo evidenziato, come in realtà chi comanda a SORA non è DE DONATIS, con la sua eterogenea “piattaforma Civica” ormai in affondamento rapido, ma il Consigliere Regionale Mario ABBRUZZESE cui fa riferimento la cosiddetta “Federazione di Centro Destra”, dove i mal di pancia continuano imperturbabili a fiorire tra scambi di favori e livori (vedasi dichiarazioni di Vittorio DI CARLO e ). Tra dimenticanze, prese di posizioni, tranelli e congiure da Medioevo, complice la tecnologia, l’unica cosa che si vede è che di politica per la città qui non si parla, ma solo di poltrone, screzi, sgomitate, chiacchiere e distintivo.

Avevamo offerto un’opportunità, un segnale politico a questa città presentandoci alle Amministrative 2016 in solitaria. Nè l’opportunità, né il segnale sono stati colti dagli elettori, forse per troppa miopia, paraocchi e piccoli interessi personali. In oltre un anno e mezzo di “governo” a SORA, l’ormai facente funzioni di Sindaco Roberto DE DONATIS neanche gli obiettivi IMMEDIATI del suo programma elettorale ha portato a compimento. Ci chiediamo, per il bene dei Sorani allo stremo, ma chiediamo a lui in primis: “Sindaco, visto lo sfacelo politico della sua Amministrazione, un po’ di amor proprio e orgoglio personale non sono sufficienti per vergare le proprie olografe dimissioni?”». È quanto dichiara in una nota stampa Antonio Vitale, Coordinatore locale NOI con SALVINI – SORA.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Jolly Group

Una nuova stagione è appena cominciata, una squadra ambiziosa è pronta a regalarci grandi soddisfazioni, una società seria e appassionata merita tutto l'appoggio necessario.

Farmacia Sciarretta

Il servizio consiste nella consegna gratuita dei farmaci a domicilio.