54" di lettura

SORA – Calci e pugni davanti al supermercato, carabiniere in ospedale

36enne arrestato per "lesioni personali, violenza e minaccia e Pubblico Ufficiale".

Nella serata di venerdì scorso, a Sora, i militari del NORM della locale Compagnia, hanno arrestato per “lesioni personali, violenza e minaccia e P.U.” un 36enne domiciliato nella città volsca (già censito per reati specifici ed in materia di stupefacenti).

I militari – si legge nella nota del Comando Provinciale dei Carabinieri di Frosinone – hanno notato un’autovettura parcheggiata in modo anomalo nei pressi di un supermercato cittadino, risultata sprovvista di copertura assicurativa. Mentre procedevano ad ispezionare il veicolo, improvvisamente si è avvicinato l’uomo, che ha iniziato ad insultare e colpire con calci e pugni al petto e varie parti del corpo uno dei militari operanti.

Il carabiniere, per difendere la propria incolumità personale, ha utilizzato il dispositivo di autodifesa in dotazione a base di “oleoresina di capsicum” (cosiddetto “spray al peperoncino), procedendo con l’ausilio del collega a bloccare ed ammanettare il soggetto. A seguito dell’occorso, il militare aggredito ha riportato delle lesioni giudicate guaribili in giorni 8 s.c. dai Sanitari del locale nosocomio. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Local Marketing
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Offerte valide dal 24 al 30 Settembre 2020.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...