1’ di lettura

Sora Calcio, Andrea Pecorelli ci crede: “Abbiamo una buona squadra. E se a Natale saremo lì…”

“Sono deluso non per il risultato, ma perché la squadra non ha giocato all’altezza delle sue possibilità. Tant’è che a fine gara ho chiesto ai calciatori di andare comunque a ringraziare chi ha sacrificato il Sabato per seguirci fino a Fiumicino (i tifosi ndr), perché è giusto chiedere scusa quando lo spettacolo offerto non è di buon livello”. A mente fredda, uno dei due presidenti del Sora, Andrea Pecorelli, analizza la sconfitta di sabato scorso a Fiumicino, non disdegnando, tra l’altro, considerazioni coincidenti con le nostre.

La Lupa ha giocatori straordinari – ammette. Ma l’eurogoal di Morini, tanto per fare un esempio, è nato da una punizione che io non avrei concesso. Senza quel calcio piazzato sono convinto che avremmo pareggiato. Tuttavia, se la sconfitta di sabato serve per far capire ai calciatori che in questo girone non esiste una squadra ammazza-campionato, ben venga.

Il Sora, tra l’altro, si è presentato a Fiumicino senza due “pedone”. Pecorelli concorda: “Diciamoci la verità, Mucciarelli e Masi non si regalano a nessuno, tanto meno alla Lupa Roma. Ciononostante stavamo per portare a casa un buon risultato giocando la peggior partita della stagione e, come già detto, senza due giocatori chiave dello scacchiere di Farris”.

Sta di fatto che il Sora è fermo a 4 punti (5 per la matematica): “Io credo che questi ragazzi debbano prendere le misure con le loro potenzialità – afferma sicuro Pecorelli. Abbiamo una buona squadra, che potrà diventare forte se il gruppo sarà coeso e riuscirà ad esprimere in gara tutte le indicazioni del mister. Massimiliano Farris è un allenatore molto tecnico e il fatto di esser partiti in ritardo mi fa pensare che il vero Sora non lo abbiamo ancora visto”.

Il tempo, secondo Pecorelli, darà pertanto ragione all’operato del team bianconero, che, bisogna ricordarlo, ha allestito la rosa in pochi giorni: “Non solo. Direi che abbiamo assemblato una società intera in poco tempo. Ed ora siamo nella fase in cui è necessario mandare a regime tutti i meccanismi”.

Interventi sulla rosa per ora non sono ovviamente previsti. Molto dipenderà dai numeri che i ragazzi di Farris totalizzeranno da qui a due mesi. Pecorelli, tuttavia, ha già le idee molto chiare: “Se a Natale la classifica si rivelerà appetitosa faremo ulteriori sforzi, necessari per arrivare ad almeno tre calciatori in grado di cambiare il volto della squadra”.

Lorenzo Mascolo – Sora24

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Il Covid torna a minacciare l'Europa. Luigi Di Maio: «Massima solidarietà a Spagna e Francia»

Il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ripercorre i difficili mesi di questo drammatico 2020, segnato dalla pandemia di Covid-19.

Benefici dello yoga per corpo e mente

I vantaggi dello yoga non sono solo la possibilità di piegare il tuo corpo come un pretzel.

EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...