Sora Calcio: ben fatto! Ma c’è ancora un durissimo ostacolo prima di candidarsi alla D

Altro duro banco di prova per i bianconeri. Tifoseria volsca in fermento, due bus già al completo. Domenica prossima servirà un gran tifo per sostenere la squadra.

A +4 in classifica i tifosi del Sora Calcio capolista pensano giustamente alla fuga. Due autobus già pieni per la trasferta di domenica, entusiasmo che sale vertiginosamente, irresistibile voglia di tornare a rivivere quelle ruggenti domeniche che portarono la città alla ribalta nazionale.

L’avversario di domenica

Dietro ai volsci, almeno fino ad ora, non c’è nessuno che sembra in grado di seguirne la scia. C’è, però, una squadra che quatta quatta è arrivata al secondo posto e non ha perso mai, proprio come la compagine bianconera. È un po’ avara di goal segnati, tuttavia vanta la seconda miglior difesa del torneo, altro dato che deve far scattare un bel warning. Parliamo chiaramente della Cavese 1919, che in queste prime sette partite ha messo insieme tre vittorie e quattro pareggi. A differenza del Sora, che al Tomei ha messo piede già quattro volte (vincendo sempre), la Cavese ha disputato solo tre gare casalinghe, quindi si trova anche in perfetta media inglese, mentre i bianconeri sfoggiano un ottimo +2 grazie all’impresa di Morolo. E guarda caso, il calendario ha preparato un altro scherzo coi fiocchi a Mister H7 e alla sua truppa, perché domenica prossima è in programma proprio Cavese-Sora!

Gara difficile ma non impossibile

Contrariamente alla trasferta lepina, stavolta sono i bianconeri che devono vincere, anzitutto per continuare a scoraggiare tutte le eventuali ambizioni di recupero da parte delle inseguitrici, poi perché i quattro punti di vantaggio accumulati nelle ultime due giornate sono un tesoro da difendere a ogni costo e, magari, incrementare da qui al giro di boa. La partita, tenendo presenti i numeri delle due squadre e, soprattutto, il fatto che i bianconeri vengono da tre vittorie consecutive, potrebbe anche essere da “X”. In tal caso, senza fare drammi, bisognerebbe tenere in conto un nuovo avvicinamento del Morolo che affronterà in casa il Grifone Gialloverde: la squadra delle Fiamme Gialle, a parte l’exploit della prima giornata, non è proprio irresistibile in trasferta, quindi i biancorossi potrebbero farsi nuovamente minacciosi a -2. Inoltre, non va ancora sottovalutato il Pomezia, che, stando ai rumors, non è affatto intenzionato ad ammainare la bandiera rinunciando ai propri sogni di promozione in D.

Un primo posto da difendere e consolidare

In definitiva, se si vuole dare subito un’impronta bianconera a questo campionato, per poi provare a “gestire” la seconda parte della stagione, con la Cavese bisogna cercare ancora i tre punti fino all’ultimo minuto, poiché la lunghezza dei “filotti” è l’unica misura utile per abbattere psicologicamente tutti gli avversari. Il Sora, forte del suo popolo al seguito, tornato nuovamente compatto come non mai, ci proverà fin alla fine, ne siamo certi.

SPONSOR

L'apertura fino alle 22 del supermercato situato a San Giuliano è già attiva.