20 agosto 2013 redazione@sora24.it
LETTO 443 VOLTE

Sora Calcio: con il Palestrina rischio porte chiuse sia in coppa che in campionato

“Portaci via da questa categoria!”. Per educazione ho omesso dalla frase un termine volgare. Il testo originale, riportato su uno striscione dagli Ultras Sorani, possono ricordarlo i 2000 tifosi assiepati sulle tribune del Tomei in un Sora vs Lupa Frascati di Eccellenza Laziale, ripeto Eccellenza Laziale, che si disputò nel Gennaio del 2011. Il significato del messaggio è chiarissimo: la Serie D e il dilettantismo in genere stanno strettissimi alla nostra tifoseria. Che rappresenta un problema in ogni dove.

Domenica prossima, lo apprendiamo da notiziariocalcio.com, la gara di Coppa Italia tra Palestrina e Sora potrebbe disputarsi a porte chiuse, causa la non agibilità dell’impianto “Sbardella”. Calcolando che l’8 settembre il calendario proporrà la stessa partita, valida per la 2a giornata di campionato, nella prima nonché cruciale fase stagionale i bianconeri di Farris potrebbero essere privi di ciò che caratterizza il principale e indiscutibile tesoro del Sora Calcio: i suoi tifosi.

Questo è profondamente ingiusto. Ma analizzando accuratamente una situazione che va avanti oramai da 8 anni, non si trovano vie d’uscita fatta eccezione per la dimostrazione di manifesta superiorità, non in campo bensì sugli spalti. Detto ciò consiglio a tutti, me per primo, di mettere da parte pensieri, parole, opere ed omissioni, e di pensare solo e soltanto alla Maglia. Dunque, sciarpa al collo e tutti al Tomei e nei posti dove saranno in grado di accogliere il nostro impareggiabile amore.

Lorenzo Mascolo – Sora24

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu