5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 915 VOLTE

Sora Calcio: domenica 27 bianconeri a Isola del Liri. Presentazione della partita a cura di Fabio Tranquilli

La quarta giornata del girone di ritorno ha in programma il secondo atto del sentito match tra Sora ed Isola Liri. All’andata, nel match giocato al “Claudio Tomei”, la spuntarono i bianconeri di mister Ezio Castellucci grazie al rigore trasformato dal Gigante di Varsavia Piotr Branicki. Le due squadre arrivano all’importante incontro rinfrancate dai risultati dell’ultima giornata che ha visto il Sora piegare la resistenza del Cynthia Genzano, mentre gli uomini di mister Renato Cioffi sono andati ad espugnare Civitavecchia, in quello che si annunciava come un vero e proprio spareggio salvezza, grazie alla zuccata dell’ultimo acquisto Infimo. In classifica gli isolani si trovano al limite della zona playout con 22 punti e cercano risultati positivi per tirarsi fuori dalle sabbie mobili in cui sono scivolati nell’ultimo mese.

LA SQUADRA  I biancorossi hanno interrotto con il successo di Civitavecchia una serie negativa che li aveva visti perdere consecutivamente 5 partite senza mai riuscire ad andare a segno. Tra le mura amiche dello stadio “Nazareth” Tufano e compagni sono reduci da tre sconfitte consecutive (Casertana, Budoni e Torres) ed hanno conquistato 12 degli attuali 22 punti in classifica. Il grande limite della compagine biancorossa è stato, fino ad oggi, la sterilità offensiva visto che l’Isola Liri è il peggiore attacco del girone, ed uno dei peggiori dell’intera serie D, con appena 11 gol all’attivo in 20 partite fin qui disputate. Per il match di domenica il tecnico campano Cioffi non dovrebbe avere particolari problemi di formazione e, visto il completo recupero dell’attaccante Andrea Jukic (’93), potrebbe contare sull’intera rosa a propria disposizione. A livello tattico nessuna novità con i biancorossi che dovrebbero schierarsi con il solito 4-4-2 che è stato il modulo di riferimento per gran parte della stagione. Tra i pali possibile conferma per il giovane monticiano ma ex Lariano Jacopo Caldaroni (’93) che si sta ben disimpegnando in questo ultimo scorcio di stagione, anche se non è da escludere l’ipotesi di affidarsi ad un elemento più esperto in un incontro così delicato. In tal caso è pronto l’ex Sant’Antonio Abate Luca Della Pietra che difese i pali della porta isolana già nel match di andata. In difesa potrebbe essere confermato il blocco che ben si è comportato nella vittoria di Civitavecchia. Sulla destra potrebbe agire l’ex Boville ed Arzachena Sandro Carfora (’92), la coppia centrale dovrebbe essere formata dall’ex Fondi Antonio Serpico e dall’ex Vigor Lamezia Paolino Mercurio, mentre sulla sinistra conferma per il fin qui positivo giovanissimo ex Viribus Unitis Salvatore Oriente (’94). Completano il reparto gli altri ex Viribus Unitis Salvatore Irace e Raffaele Esposito (’93) ed il sorano di origine brasiliana Emanuel Pereira (’95). La linea mediana dovrebbe essere formata dalla vecchia conoscenza di mister Ezio Castellucci ai tempi dell’Aprilia ed ex Fortis Trani Roberto Franzese sulla destra, al centro scontata la presenza del bravo ex Bacoli Sibilla Raffaele Poziello mentre al suo fianco è ballottaggio tra il giovanissimo prodotto locale Giulio Sette (’94) e l’ex Brindisi Tommaso Allocca (’93), mentre sulla sinistra agirà l’elemento più temibile degli isolani nonchè capitano Marco Tufano. Completano il reparto l’ex Sant’Antonio Abate Stefano Costantino, il talentuoso Giammarco Basilico (’94) ed i giovani Bianchi (’94) e Graziani (’94) spesso aggregati alla compagine Juniores. Al centro dell’attacco presenza d’obbligo per l’ariete campano ex Bacoli Sibilla Antonio Giglio, mentre al suo fianco è ballottaggio tra l’ultimo acquisto, ex Turris Santa Croce (Eccellenza) e cresciuto nel settore giovanile del Bari ai tempi dell’attuale tecnico della Juve Conte, Antonio Infimo e tra l’ex Anziolavinio, Terracina e Frosinone Carlo Maria Caligiuri che ha fin qui deluso le attese. Dovrebbero accomodarsi in panchina, invece, Andrea Jukic (’93) tornato a disposizione dopo un lungo stop ed ancora non al meglio della condizione ed il figlio del mister Angeloantonio Cioffi (’92).

IL TECNICO  Da inizio stagione sulla panchina isolana siede il tecnico campano ed ex calciatore biancorosso Renato Cioffi. Il tecnico ha iniziato la sua carriera di allenatore nel Capua in Eccellenza, per poi proseguirla nell’Alba Durazzano, sempre nella stessa categoria. Due anni nella Viribus Unitis in serie D ed il passaggio nel 2005/2006 al Sorrento, dove ha conseguito i maggiori successi, portando la compagine rossonera dall’Interregionale alla C1 in un biennio. Vittorie di campionato impreziosite dalla conquista della Coppa Italia di categoria e dalla Supercoppa di Lega di serie C2. Nel 2007/2008 prima esperienza in C1 con la Cavese. In seguito un’esperienza negativa di un paio di mesi ad Aversa e parentesi in serie B come allenatore in seconda di Nello Di Costanzo. Nella stagione 2010/2011 ha guidato la Casertana in serie D, mentre lo scorso anno è subentrato in corsa sulla panchina della Viribus Unitis in serie D ma non è riuscito ad evitare la retrocessione in Eccellenza.

FABIO TRANQUILLI
Ufficio Stampa ASD Ginnastica e Calcio Sora

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu