2’ di lettura

Sora Calcio: Manuel Coluccia (classe ’95) a segno nel Torneo Nazionale Giovanile

COLUCCIA

Giovani che sentono il futuro sulla pelle, calciatori interessanti sui quali investire per consolidare le fondamenta, questo si è visto sui campi che hanno ospitato le sfide della 1^ giornata della 31^edizione del Torneo Nazionale Giovanile. Tutte le gare sono state combattute e giocate fino in fondo con la filosofia di segnare un gol più dell’avversario piuttosto che difendere il risultato. Un aspetto quasi sorprendente per ragazzi nati dal 1 gennaio del 1994 in poi. Alla fine l’hanno spuntata le Rappresentative C e G che hanno battuto rispettivamente per 2-1 e 2-0 quelle E e F.

Nel primo incontro decisiva la rete allo scadere di Mini che ha segnato un eurogol da fuori area con la palla che si è andata a infilare all’incrocio dei pali. Nel secondo match fondamentale il gol in contropiede di Falco che ha segnato il raddoppio per la G e schiantato le speranze degli avversari. Anche il girone A si prende una vittoria sofferta quanto preziosa davanti a una B gagliarda. Non sono bastati 90′ per decidere il padrone della gara, alla fine il portiere Masneri ha fatto la differenza parando tre penalty e regalando ai suoi quello che avevano sciupato nei tempi regolamentari.

Prima di ogni partita è stato osservato un minuto di silenzio per la scomparsa di Giulio Andreotti e l’allenatore Gianni Tona, quest’ultimo per tanti anni ha guidato la Rappresentativa C, un vero decano delle panchine venete. Domani altre tre sfide per cuori forti, chi ha vinto nel primo turno riposa mentre chi ha perso scende in campo contro le squadre che devono ancora debuttare.

 

RAPPRESENTATIVA F-RAPPRESENTATIVA G 0-2
Rappresentativa F: Masserano, Barilaro, Bassini, Nocera, Bernardi, Petrone, Ferraioli (15′st Curzi), Loreti (1′st Ciaramelletti), Salatiello (1′st Gigli), Gabrielloni, De Marco (25′st Carnevali). All: Epifani
Rappresentativa G: Di Loreti, Accardo, Pasqualoni, Siano, Pezzullo (43′pt Madeddu), Saba, Bisogno, Galante (12′st Raimo), Deli, Coluccia, Falco (41′st Rossi). All: Savini
Marcatori: 24′pt Coluccia, 26′st Falco
Ammoniti: Pezzullo, Saba, Deli, Coluccia (G), Loreti, Ferraioli (F)

Partita molto equilibrata nonostante il risultato finale possa ingannare. Primo tempo molto combattuto poi al 24′ il rigore concesso a favore della Rappresentativa G ha spaccato la partita. Rocambolesco il gol, Coluccia si fa parare il penalty ma poi è lesto a ribattere in rete.

La squadra di mister Epifani non si abbatte e cerca con insistenza il pareggio creando buoni presupposti che s’infrangono sul muro difensivo avversario. Diverse mischie in area della G che a volte sembra una tonnara poi a metà ripresa in contropiede Falco è freddo e spietato firmando il gol che chiude la contesa e regala tre punti preziosi ai suoi. In campo per l’intera gara i due bianconeri Fabio Siano (’94) e Manuel Coluccia (’95) andato a segno.

Ufficio Stampa Sora Calcio

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Promozione valida dal 26 Novembre al 02 Dicembre 2020 in tutti i punti vendita della catena.

MAMA h24

MAMA H24 è il servizio di assistenza familiare che ha come obiettivo quello di migliorare la qualità della vita di persone non più autosufficienti e delle loro famiglie, offrendo loro un supporto adeguato, qualificato e affidabile.

Lattoferrina Covid

Lattoferrina e Covid: serve o non serve per prevenire il Coronavirus? Facciamo chiarezza

Lattoferrina Covid: chissà quante persone nelle ultime settimane hanno digitato queste due parole su Google per capire qualcosa in più ...

saturimetro

Saturimetro: perché è utile averlo in casa?

Saturimetro: cos'è, a cosa serve, come si usa e come si legge.

Apple iPhone 12

Apple iPhone 12 già a prezzo scontato su Amazon

Apple iPhone 12 è uno degli smartphone iOS più avanzati e completi che ci siano in circolazione.

PlayStation 5

PlayStation 5: vista e sparita in quattro e quattro otto. Mistero della fede...

Davvero incredibile ciò che è accaduto qualche giorno fa. Sono tantissimi quelli rimasti con un enorme punto interrogativo sopra i capelli.