4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 637 VOLTE

Sora Calcio, parla il Presidente Pomi: “Mai inviato dimissioni in Lega. Pronto per l’iscrizione. Voglio un Sora che diverta la gente”

Le firme sulle liberatorie apposte oggi (Giovedì 04 Luglio ndr) da Iannicola e Franchini, risolvono quasi completamente il problema delle vertenze che costituiva l’ostacolo più importante sul cammino del Sora verso il nuovo Campionato di Serie D. Manca solo la firma di Fanka, che domani sarà a Sora per ratificare il tutto. L’annuncio è stato dato dalla “vecchia dirigenza” dell’ex presidente Giovanni Fiorini con un comunicato stampa emesso nel tardo pomeriggio.

Ora la palla passa al Presidente Augusto Pomi, che raccolti tutti i documenti necessari dovrà perfezionare l’iscrizione dei volsci al prossimo torneo, che, lo ricordiamo, in caso di salvezza proietterebbe il Sora nella 4a serie Nazionale grazie alla riforma della Lega Pro, che entrerà in vigore a partire dalla stagione 2014/15 e consisterà in un’unica terza serie con tre gironi per un totale di 60 squadre.

Nel testo della “vecchia dirigenza” si parla, altresì, di dimissioni “simulate” e di programmi per il futuro della squadra, con chiaro riferimento allo stesso Pomi. Si è reso dunque necessario approfondire meglio la questione ed ascoltare, com’è giusto che sia, anche “l’altra campana”. Così abbiamo contattato telefonicamente proprio il patron bianconero rivolgendogli alcune domande inerenti al suddetto comunicato.

Presidente Pomi, ma lei è ancora il Presidente del Sora sì o no?
Sì, lo sono.

E la lettera di dimissioni?
Non l’ho mai inviata in Lega, contrariamente a quanto riportato nel comunicato della “vecchia dirigenza”.

Che però ha sistemato la questione liberatorie. Era ciò che voleva, no?
“Sì. La cosa mi rende molto contento e più sereno. E’ quello che aspettavo. Ringrazio i vecchi dirigenti, Roberto Cirelli, tutti coloro che hanno mantenuto gli impegni sottoscritti davanti ai tifosi il 10 giugno. Ora, documenti alla mano, provvederò all’iscrizione della squadra. Mi dispiace solo per…

Cosa?
Vede, io ho la sensazione che ci sia una trama contro il sottoscritto.

Si spieghi meglio.
Ho sempre detto che mi piace fare calcio e che voglio continuare a farlo anche qui a Sora. Ma a quanto pare sembra che se ci sono io non ci sono risorse. Se invece vado via le risorse saltano fuori. Non mi va di essere messo all’angolo. Al contrario vorrei che ci fosse una convergenza di tutti quelli che hanno a cuore le sorti di questa società, compreso il sottoscritto, affinché si possa fare un bel campionato.

Cosa intende per “bel campionato”?
Io non ci sto a fare una figuraccia allestendo una squadra di ragazzi e rischiando seriamente di perdere la categoria. Per carità, Cirelli ha ragione quando dice che è bene fare un passo alla volta, puntando su una rosa giovane, sul vivaio e su un progetto a lungo termine. Io però sono dell’idea che sia anche possibile giocare un campionato dignitoso allestendo una squadra capace di far divertire la gente prestando molta attenzione alla parte economica. Su questo punto non ci siamo trovati, anzi, ci siamo proprio scontrati.

E’ uno strappo che si può ricucire quello tra lei e Cirelli?
Certamente, perché si tratta di nornali divergenze di vedute tra uomini di sport. Sono convinto che pianificando insieme il budget necessario per trovare la quadra, allestiremo una rosa competitiva. Inoltre, grazie alla realizzazione dei campi sintetici al  Trecce ed al Tomei, potremo contare finalmente su un settore giovanile in grado di garantire un futuro più solido alla squadra.

Ma allora qual è il problema?
Non accetto gli aut aut. Sono il presidente del  Sora e voglio continuare ad esserlo. Collaborando, lo ripeto, con tutte le realtà interessate alla causa bianconera, al fine di riportare al più presto il Sora dove merita di stare.

Prima però c’è l’iscrizione del Sora alla prossima Serie D. Possiamo stare tranquilli?
Guardi, sono appena andati via da casa mia Barone e Pastore. Secondo lei? Ovvio che iscriverò il Sora!

Lorenzo Mascolo – Sora24

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu