5 anni fa

SORA CALCIO – Prossimo avversario la Sarnese, ingaggiato Sanna (classe 94)

Sicuramente il calendario non da una grossa mano al Sora per superare il momento di chiara difficoltà e mette sulla sua strada, per la sedicesima giornata, la corazzata e vice-capolista del girone Sarnese. I campani hanno 29 punti in classifica e, dopo una difficile fase vissuta tra fine ottobre ed inizio novembre culminata con l’esonero di Sergio Pirozzi e l’avvento del neo-tecnico Giuseppe Palumbo, hanno ripreso la propria inesorabile marcia che li ha ricondotti a ridosso della vetta della classifica.Patron Pappacena non ha badato a spese e dopo la cocente delusione della scorsa stagione (con la promozione in Lega Pro persa solo all’ultima giornata nel match da “dentro o fuori” con il Martina Franca) ha rilanciato le ambizioni della compagine campana allestendo una rosa di primo ordine assolutamente tornata in corsa per l’obiettivo stagionale dichiarato della vittoria del campionato.

LA SQUADRA Tra le mura amiche dello “Squitieri” di Sarno la compagine campana ha ottenuto 16 degli attuali 29 punti in classifica frutto di ben 5 vittorie (Ostia Mare, Anziolavinio, San Basilio, Civitavecchia e Porto Torres), un pari con la SEF Torres ed una sconfitta nel derby con la Casertana. E sono proprio gli “scontri ad alta quota” ad aver creato finora i maggiori problemi ai sarnesi che hanno vinto solo con il San Basilio, pareggiato con la Torrese perso nei derby con Casertana e Turris e che devono nelle prossime due giornate vedersela con il Sora e con la Lupa Frascati. Per il match con il Sora di Ezio Castellucci la compagine salernitana dovrà fare a meno del difensore centrale ex Pomigliano Maraucci fermato per una giornata dal Giudice Sportivo, ma dovrebbe recuperare gli assenti dell’ultima trasferta sarda Zara (’94), Siano e Izzo che si sono riaggregati al gruppo. Il modulo marchio di fabbrica della Sarnese nelle ultime stagioni è stato il 4-3-3 che viene spesso proposto anche dall’attuale tecnico Palumbo che non disdegna, però, di proporre a volte un molto più equilibrato 4-4-2. Tra i pali nessun dubbio per il tecnico campano con la scontata conferma del giovane ma affidabile portiere ex Pomigliano Bernardino D’Agostino (’93) preferito al più giovane Armando Ricciardi (’94). La difesa dovrebbe essere imperniata sull’affiatata coppia centrale composta dai confermati Manuel Panini (per lui trascorsi in Lega Pro con le maglie di Frosinone e Cavese) e Vincenzo Monti, mentre sulle fasce dovrebbero essere preferiti l’ex Primavera della Nocerina Walter Zara (’94) sulla destra e l’ex Pomigliano Francesco Lenci (’93) sulla sinistra. Completano il reparto l’ex Viggiano Armando Caponigro, l’ex Pistoiese Luciano Arzeo (’93) ed il confermato Silvio Valisena (’94). In mezzo al campo scalpita per una maglia da titolare il neo-acquisto Vincenzo Maisto proveniente dal Catanzaro (Prima Divisione) e con trascorsi importanti nel professionismo con le maglie, tra le altre, di Benevento, Latina e Melfi. Non è però scontato che possa partire dal primo minuto vista l’elevata e qualificata concorrenza dell’ex Hinterreggio Alfonso Iennaco e dell’ex Fondi Fabio Alleruzzo che sembrano favoriti per completare il terzetto di centrocampisti insieme all’età di lega ex Sora Simone Errico (’92). Completano il reparto l’altro neo-acquisto proveniente dalla Fortis Trani Pasquale Izzo, il confermato jolly Antonio Noto ed il giovanissimo Marco Salonis (’96). L’attacco è senza dubbio il reparto di maggiore qualità della compagine campana con il capocannoniere del girone Michele Tarallo (11 gol in stagione, uno in più del bomber bianconero Branicki) autentico leader e finalizzatore della manovra salernitana. Ai suoi lati dovrebbero giostrare l’ex Isola Liri ed attuale capitano campano Antonio D’Avanzo sulla destra, ed il talentuoso esterno ex Pergocrema ed Avellino Diego Matarazzo sulla sinistra. Completano il reparto Paolo Siano e l’ex Gladiator Nicola Di Palma (’94).

IL TECNICO Giuseppe Palumbo è nato a Venosa (PZ) nel 1961 ed è un tecnico preparato che ha speso maggior parte della sua carriera su panchine professionistiche. Nelle nostre zone è conosciuto per aver guidato in serie D il Ferentino del patron Vellucci, ma nella sua carriera ci sono esperienze sulle panchine del Melfi, dell’Andria, della Nocerina e della Paganese, fino alla scorsa stagione, tra Prima e Seconda Divisione. E’ subentrato sulla panchina della Sarnese lo scorso 6 novembre, dopo la sconfitta interna con la Casertana ed il conseguente esonero di Pirozzi, ed in 5 partite sulla panchina salernitana ha conquistato 10 punti frutto di 3 vittorie, 1 pareggio ed 1 sconfitta in quel di Selargius.

L’ASD Ginnastica e Calcio Sora comunica l’acquisizione delle prestazioni sportive del giovane centrocampista centrale classe ’94 Matteo Sanna proveniente dal Ceccano. Il promettente centrocampista, reduce da un anno e mezzo in cui è stato titolare nella compagine fabraterna nel campionato di Eccellenza, arriva alla corte della compagine del presidente Augusto Pomi a titolo definitivo. Il ragazzo si è aggregato da ieri ai suoi nuovi compagni e sarà disponibile già per la prossima difficile trasferta di Sarno. Nei prossimi giorni la società sorana perfezionerà altri movimenti di mercato, sia in entrata che in uscita, che saranno prontamente comunicati.

FABIO TRANQUILLI – Ufficio Stampa ASD Ginnastica e Calcio Sora

Commenti

wpDiscuz
Menu