venerdì 28 febbraio 2014

SORA CALCIO SHOCK – LETTERA DI GIOCATORI E STAFF ALLA CITTÀ: “AIUTATECI”

Alla vigilia del derby con l’Isola Liri, i giocatori e lo staff del Sora Calcio rivolgono il proprio appello alla città affinché domenica prossima lo stadio sia pieno, ma soprattutto per evidenziare una serie di problemi economici diventati oramai insostenibili. Di seguito il testo integrale.

«Questa è la settimana del derby… Quindi la premessa è doverosa, niente cambierà il nostro approccio alla partita, com’è stato domenica scorsa nella vittoriosa trasferta di Terracina o nelle settimane precedenti. Andremo in campo e daremo l’anima per onorare la nostra maglia per il rispetto dei nostri tifosi e per rispetto stesso del nostro gruppo. Da domani torneremo ad allenarci con la stessa grinta, determinazione ed impegno. Oggi, però, in questa giornata di parziale riposo, stabilita dallo staff dopo il duro lavoro di preparazione al derby svolto nei giorni scorsi: siamo qui per esternare le nostre forti preoccupazioni per il presente e per il futuro allo scopo di far conoscere la nostra situazione.

Da diverse settimane, ormai, si potrebbe pure dire da mesi, leggiamo guerre di comunicati botta e risposta tra vecchi e nuovi dirigenti, diatribe alla ricerca di colpevoli su problemi che onestamente non ci riguardano, con il solo risultato di veder rovinato il nostro lavoro sul campo, come i due punti di penalizzazione e purtroppo anche l’aspetto economico.

Ricordiamo che per molti di noi questo è un lavoro che ci porta a stare lontano dalle famiglie: conosciamo la situazione economica globale, non siamo qui a lamentarci di un piccolo ritardo ma, francamente, aver ricevuto come ultimo rimborso la parziale mensilità di ottobre ci sembra un po’ troppo e ci mette in seria difficoltà. Diventa quasi impossibile sostenere le spese per chi viaggia: manca la quotidianità per chi con questo lavoro ci mantiene la famiglia, mancano la serenità e la spensieratezza che dovrebbe essere il filo conduttore di chi ama questo sport. Siamo delusi dalle promesse non mantenute, siamo arrabbiati dalle scadenze puntualmente disattese. La situazione sta diventando insostenibile e non sappiamo cosa riserverà il futuro immediato.

Il nostro vuole essere un appello: alla società, perché pur comprendendo le difficoltà incontrate, noi così non possiamo andare avanti. Abbiamo necessità di veder corrisposto almeno parte del pregresso senza ulteriori scuse o ritardi e speriamo sia chiaro che non abbiamo né voglia né bisogno di parole o di comunicati in risposta ma di fatti. Alle istituzioni sorane, agli sponsor e a chiunque abbia a cuore le sorti del Sora Calcio perché ci aiutino in qualsiasi modo per portare a termine la stagione sportiva in modo umanamente dignitoso.

Infine, alla tifoseria bianconera: stateci vicini, domenica riempite il ‘Tomei’. Siamo una squadra molto giovane con pochi elementi di esperienza, ma c0n un cuore grandissimo, come abbiamo dimostrato a Terracina. Vi diamo una certezza: non molleremo di un solo centimetro.»

La Squadra e lo Staff

Commenti

wpDiscuz
Menu