6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 344 VOLTE

Sora Calcio vs Progetto S.Elia 2-1

Dopo esattamente tre mesi (ultima vittoria datata 18 dicembre 2011) il Sora torna al gol ed alla vittoria e lo fa nella partita più importante della stagione. Dopo un primo tempo non giocato al meglio e che ha visto i bianconeri andare in svantaggio, la rete nell’ultimo secondo di prima frazione di Parasmo cambia l’incontro e viene bissata al quarto d’ora della ripresa dal colpo di testa di Fankà che torna a far esplodere di gioia i tifosi bianconeri con il gol da tre punti.

I bianconeri si tirano di nuovo fuori dalla zona playout, ma le vittorie esterne di Monterotondo, Arzachena e Civitavecchia dimostrano che la corsa alla salvezza è appena iniziata e che nessuna delle contendenti vuole mollare. Playout che al momento, comunque, non si disputerebbero in quanto il vantaggio dell’Anziolavinio (ultima squadra coinvolta nella bagarre a quota 33) sulla terzultima in classifica Progetto Sant’Elia raggiunge i nove punti che sancirebbero la retrocessione diretta delle ultime tre della graduatoria. Ma questi sono discorsi prematuri, mancano sette battaglie al termine della stagione regolare e bisogna guardare in casa propria facendo corsa solo su se stessi.

Mister Castiello deve rinunciare a Baylon e Bellucci e scala Scuoch in posizione centrale di difesa con Cardazzi schierato sulla destra, schiera un centrocampo a rombo con il recuperato Sibilia e con Giannone in posizione più avanzata e lancia la coppia Fankà-Parasmo in attacco. Sull’altra sponda mister Mereu ha tutta la rosa a disposizione ed affida il peso dell’attacco sulle spalle del forte bomber Virdis con Cordeddu e Caddeo in appoggio.

L’avvio del match è molto bloccato vista l’importanza della posta in palio, le due squadre cercano di non scoprirsi e le occasioni sono sporadiche. Al 12’ Parasmo gira al volo da posizione defilata il suggerimento di Sibilia, ma la palla si perde sulla trasversale della porta cagliaritana. I sardi sono sornioni ed attendono il momento giusto per colpire ed al 18’ vanno vicinissimi alla segnatura. Lancio dalle retrovie che sorprende i centrali bianconeri, Virdis si incunea all’interno dell’area e trova sul suo potente destro l’attenta risposta di Giordani in angolo. L’occasione scuote i cagliaritani che si fanno più coraggiosi e prima con una punizione di Frongia che non spaventa Giordani e, dopo, con un destro dalla distanza di Cordeddu che si perde a lato si affacciano nella metà campo bianconera. Il Sora fa fatica e non riesce a trovare spazi per esprimersi. E, così, in maniera del tutto meritata arriva il vantaggio sardo. Corre il 36’ quando Cordeddu va via sulla sinistra e lascia partire un traversone che incoccia sul braccio destro largo di capitan Lisi, il rigore è sacrosanto ed il bomber Virdis trasforma spiazzando Giordani per il vantaggio del Progetto Sant’Elia. Il gol complica la partita bianconera, i sorani fanno grossa fatica a creare occasioni e non riescono a contenere lo scatenato Virdis. Però, proprio sul finire di prima frazione, Lisi e compagni sfruttano al massimo l’episodio su palla inattiva e cambiano l’inerzia dell’incontro. Punizione tesissima dalla trequarti di Giannone e provvidenziale deviazione di Marco Parasmo sul secondo palo per il pari bianconero. Il Sora torna al gol dopo 945 minuti e va negli spogliatoi carico a mille per ribaltare il punteggio.

Quello che scende in campo nel secondo tempo è un Sora trasformato. Squadra attenta, propositiva e finalmente “cattiva” ed incisiva sotto porta. I sardi accusano il colpo, mentre il gol di Parasmo mette le ali e sblocca mentalmente i sorani. Dopo soli trentacinque secondi ancora Parasmo sfiora la seconda marcatura ma sul suo destro a volo è attento Floris a rifugiarsi in angolo. Passano pochi minuti e ci prova Fankà, ma la sua conclusione mancina è murata dalla difesa sarda. Il Sora preme ma al 52’ gli isolani hanno l’occasione propizia per riportarsi in vantaggio. Grande azione di forza di Virdis che prende posizione su Lisi e dall’interno dell’area serve al solissimo Cordeddu un’occasione più facile da segnare che da sbagliare, ma sul destro a botta sicura dell’esterno è miracoloso Giordani. Il pericolo corso non spaventa il Sora ed al 57’ Fankà emula l’esterno sardo e fallisce un’opportunità più unica che rara. Azione caparbia sulla destra di un inesauribile Sibilia, assist al bacio sul secondo palo per Fankà che a porta spalancata a meno di un metro dalla linea di porta riesce a sparare in curva. Gli uomini di Castiello premono ed al quarto d’ora Floris si supera per disinnescare la perfetta parabola di Giannone su calcio piazzato. Sugli sviluppi del corner lo stesso centrocampista romano telecomanda sulla testa di Fankà un pallone perfetto che il camerunense gira di testa in rete e griffa una rete importantissima per la stagione bianconera. Completata la rimonta il Sora si dispone in campo più accorto, ma è bravo a non abbassare troppo il proprio baricentro. Mereu si gioca la carta della seconda punta con l’ingresso del giovane Atomei ma i sardi si rendono pericolosi solo a dieci minuti dal termine quando un’errata applicazione del fuorigioco bianconera apre la strada al giovane attaccante rumeno che viene anticipato dall’attentissimo Giordani. Dopo quattro interminabili minuti di recupero il signor Pirone di Ercolano sancisce il ritorno alla vittoria del Sora.

A.s.d. Ginnastica e Calcio Sora: Giordani Scuoch Petroni Cardazzi Lisi Sibilia Franchini (37’st Matrundola) Molinaro Parasmo Fankà (47’st Marozzi) Giannone. A disp: De Robertis Sambataro Musco Berardi Cardillo. All. Castiello

Progetto S.Elia: Floris Bruno Sedda Giraldi Serao Frongia Cordeddu (20’st Coppola) Mazzotti Virdis Atzori (31’st Bodano) Caddeo (31’st Atomei). A disp: Di Leo Boi Di Laura Matteoli. All. Mereu

Arbitro: sig. Pirone di Ercolano

Marcatori: 36’pt Virdis (PS, rig.), 45’pt Parasmo (S), 15’st Fankà (S).

Note: spettatori 300 circa. Ammoniti Parasmo (S), Atzori e Giraldi (PS). Recupero: 0’pt, 4’st. Calci d’angolo 6-3 per il Progetto Sant’Elia.

Fabio Tranquilli – www.forzasora.it

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu