18 gennaio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 775 VOLTE

Sora caos immondizia: Vinci (Ambiente spa) “due giorni senza raccolta rifiuti per sciopero operai, da oggi tutto ok”

Caos immondizia a Sora. Ieri e l’altro ieri (lunedì e martedì 16 e 17 gennaio) dalla periferia fino al centro della città fluviale, dove la raccolta è differenziata, passando per i quartieri più popolosi i tradizionali cassonetti dell’immondizia erano stracolmi. I camion della società Ambiente Spa, municipalizzata addetta alla raccolta dei rifiuti nella città volsca, non sono passati a svuotare i cassonetti come al solito. Tante le proteste dei sorani che in questi due giorni sono usciti di casa per buttare l’immondizia. Rassegnati, invece, hanno cambiato idea quando hanno visto in che stato versavano i cassonetti, letteralmente subissati dai sacchetti di immondizia. Qualche cittadino residente a Sora addirittura ha optato per buttare i propri sacchetti dell’immondizia nei Comuni limitrofi, a Isola del Liri e Arpino.

La protesta dunque è scattata, sia con il passaparola che sul web. On line I.T., quarantenne di Sora, conferma la situazione igienico sanitaria da bollino rosso nel quartiere San Giuliano Sura: “La raccolta questa mattina come mai non si è fatta?? … almeno per via Ludovico Camangi… E posta su internet una foto a corredo molto esplicativa di un cassonetto stracolmo d’immondizia. K.N., infermiera professionale sorana, risponde in maniera affermativa al primo messaggio con la foto e conferma l’Sos immondizia a Sora: “I tre (cassonetti) davanti casa mia sono più pieni”, scrive sul web. Su Lungoliri, in via Romana Selva, via Barca San Domenico identiche situazioni: una montagna di spazzatura non raccolta che parte da via Pietra Santa Maria fino a San Domenico. E pensare che l’amministrazione comunale ha deciso di usare il pugno duro con multe salate in materia di conferimento rifiuti per tutelare l’igiene pubblica ed arginare il fenomeno delle discariche abusive.

Il membro del Cda dell’Ambiente Spa Antonio Vinci spiega: “I disagi nella raccolta dipendono da uno sciopero nazionale di 2 giorni per i servizi di igiene ambientale per il contratto CCNL FISE AssoAmbiente a cui hanno aderito 24 dipendenti dell’Ambiente in maggioranza autisti e addetti alla raccolta”. Quindi la promessa: “Da oggi la raccolta sarà effettuata come di consueto – continua Vinci –  in questi due giorni di sciopero abbiamo garantito il servizio ad ospedali e scuole. L’assessore delegato D’Orazio sta lavorando bene per estendere la quota della differenziata (oggi ferma al 18%), aspettiamo solo la risposta del Conai, penso che il progetto partirà tra primavera ed estate”.

Il direttore responsabile di Sora24 – SACHA SIROLLI

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu