mercoledì 2 maggio 2012

SORA – Celebrazioni 25°anniversario scomparsa Riccardo Gulia, l’Ass. Abbate: “Poesia strumento per indagare la realtà”

Conclusione degli appuntamenti del Centro di Studi Sorani, una serie di manifestazioni culturali che hanno accompagnato l’intera stagione invernale della cultura sorana, con un evento dedicato a Riccardo Gulia, eccellente poeta proprio originario della città volsca. Ad interpretare i testi del poeta, l’ottima lettura di Vincenzo D’Alfonso, accompagnato dal musicista Domenico Rocco Merolle. Lo spazio istituzionale ha visto gli interventi del presidente del Centro Studi Sorani, il preside Gulia, zio dell’autore; del professor Gerardo Vacana, che ha sottolineato il legame tra la poesia di Gulia e quella di Libero De Libero, evidenziando tra l’altro come la poesia del sorano risulti ancora più diretta e conclusione affidata all’assessore provinciale alla cultura Antonio Abbate.
“Non poteva mancare la mia partecipazione all’autorevole ciclo di convegni e seminari organizzati dal Centro di Studi Sorani “Vincenzo Patriarca” – ha dichiarato Abbate – Una iniziativa di ottimo spessore, che costituisce uno degli appuntamenti più di sostanza del panorama culturale locale.
La mia presenza oggi, qui a Sora, proprio nell’atto conclusivo della rassegna vuole essere testimonianza di una vicinanza con il Centro Studi, di cui condivido l’idea di produrre cultura di qualità.

La giornata dedicata al poeta Riccardo Gulia ne è esempio. La poesia è uno strumento importantissimo di comprensione e lettura della realtà, quando, come in questo caso, si esprime attraverso il nostro dialetto ed ha il pregio di comunicare l’universale dei sentimenti, attraverso il particolare della lingua del natio loco. Per cui, complimenti agli organizzatori, con l’augurio di ritrovarci l’anno prossimo per un nuovo ciclo di appuntamenti del Centro di Studi Sorani”.

Commenti

wpDiscuz
Menu