3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 2.501 VOLTE

Sora: chiarimenti dell’Assessore D’Orazio in merito al servizio di raccolta differenziata

L’assessore all’Ambiente, Maria Paola D’Orazio, chiarisce le fasi previste per l’attuazione del progetto di igiene urbana sul territorio precisando che, rispetto alla mancata attivazione del servizio di raccolta differenziata, l’Amministrazione comunale non ha alcuna responsabilità. Il ritardo è dovuto alla società Ambiente che agisce come impresa privata, in base al codice civile, nella pianificazione e nella gestione delle attività e delle procedure di gara.

L’attuazione del nuovo progetto di igiene urbana è stato oggetto di approvazione in Giunta comunale con atto del 8 marzo 2013, n.64. Tale progetto, congiuntamente allo studio operativo per l’affidamento del servizio alla società in house Ambiente surl, è stato successivamente definito con l’approvazione dei regolamenti (giusta delibera di C.C. n. 13 del 09/05/2013), inerenti al servizio di igiene urbana ed alla gestione dell’isola ecologica di via Santa Rosalia.

Con Delibera di C.C. n. 52 del 29/11/2013, veniva riaggiornato il progetto di igiene urbana, implementando il servizio con la pulizia e diserbo delle aree pertinenziali a margine delle strade. Veniva pertanto anche riproposta a cura del RUP la relazione obbligatoria e prevista all’art. 34, comma 13, del D L. 179/2012 convertito con L. 221/2012, seguiva il contratto in data 14/03/2014 e veniva affidato alla società Ambiente surl il servizio di raccolta differenziata con decorrenza dal 13 giugno 2014.

Nonostante la collaborazione offerta alla società Ambiente dall’ufficio Gare del Comune di Sora, essa non è ancora riuscita a definire le forniture necessarie alla definitiva attivazione del servizio così come progettato anche riguardo alla definitiva conclusione delle gare per la fornitura di beni e servizi (mastelli, mezzi, ecc… ) che hanno avuto tempi lunghissimi per l’espletamento e che, a quanto pare, non sono ancora definite.

Detto questo, è opportuno che l’Ambiente surl assicuri immediatamente quanto dovuto per l’attuazione del servizio, che ha raggiunto per l’Ente ed i cittadini costi insostenibili con una produzione del prodotto indifferenziato mai registrato sul territorio. Tali aumenti di costi sono addebitabili anche al comportamento di coloro che dai Comuni limitrofi, trovano comodo conferire l’indifferenziata sul nostro territorio. Come ben noto, la ragione d’essere di una società di gestione è quella di favorire il miglior raggiungimento dell’obiettivo contrattualizzato. Nel caso della società Ambiente surl, con contratto repertorio n.4823 del 14 marzo 2014, il Comune di Sora affidava alla società la gestione del servizio di raccolta differenziata da attivarsi entro e non oltre il 13 giugno 2014.

Per ragioni che la società Ambiente non ha ancora completamente chiarito, e nonostante le numerose sollecitazioni dal parte dell’ente comunale il servizio, non solo non è stato attivato nei termini di cui al contratto, ma non è stato ancora oggi avviato, con gravi danni per il Comune e responsabilità da parte di chi gestisce la società stessa. La situazione finanziaria e gestionale della società Ambiente è ora all’attenzione della Giunta comunale per i provvedimenti di riorganizzazione imposti dall’art. 1, commi 611 e seguenti, della Legge n. 190/2014.

L’ASSESSORE ALL’AMBIENTE
Maria Paola D’Orazio

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu