3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 6.026 VOLTE

Sora “Città della Salute”: cronaca di una giornata storica. Centinaia di persone visitate

La “Giornata della Salute” è stata una giornata storica. L’iniziativa è andata ben oltre le più rosee aspettative. Le premesse si erano intraviste fin dalla mattina presto, le prime persone si sono presentate alle ore 07.15, e verso le 09.00 in, circa, trecento formavano una lunga fila. Un paio d’ore di attesa, in una bella mattinata di sole, non sono state di certo un ostacolo insormontabile per poter fare un ecografia, un elettrocardiogramma o usufruire di altri servizi totalmente gratuiti, in confronto ai mesi di attesa ai quali, purtroppo, la gente è stata abituata dalla sanità pubblica.

A fine giornata, l’analisi dei dati ha confermato le previsioni della mattina. Infatti, le persone, di ogni fascia d’età, che hanno ricevuto delle prestazioni sanitarie sono state oltre cinquecento (alcune prestazioni erano tra loro abbinabili). Questi i numeri precisi:

– misurazione della pressione 203;
– misurazione della glicemia 236;
– visite cardiologiche con elettrocardiogramma 65;
– audiometria 32;
– otorino 42;
– visite endocrinologiche 37;
– visite diabetologiche 14;
– visite oculistiche 8;
– ecografie tiroide 112.
– nutrizionista 27;
– igienista dentale 92;

Purtroppo o per fortuna sono state riscontrate varie patologie, anche se consola il pensiero che sono state scoperte in anticipo rispetto ai tempi delle liste d’attesa. La massiccia partecipazione della gente conferma come sia elevata la domanda di sanità del territorio in confronto all’offerta.

Con la “Giornata della Salute”, si sono raggiunti vari obiettivi:

  • aiutare le persone meno abbienti ad accedere alle cure specialistiche che non possono permettersi più di pagare alle strutture private ovvero di aspettare di ricevere dalle strutture pubbliche;
  • contribuire, seppur di poco, a migliorare il bilancio dell’A.S.L.;
  • ridurre le liste di attesa;
  • sensibilizzare le persone sui problemi causati dalle politiche di tagli che il PD, con il Presidente Nicola Zingaretti, porta avanti, sacrificando le provincie in favore di una sanità romano centrica, ma soprattutto con scelte che non tutelano in modo adeguato il diritto alla salute. Informare, inoltre, le persone sui problemi connessi all’Atto Aziendale dell’A.S.L.;
  • far conoscere le iniziative che il Coordinamento Provinciale Sanità porta avanti per valorizzare e difendere le strutture ospedaliere e distrettuali.

Si auspica che l’iniziativa rappresenti, per chi ricopre incarichi di responsabilità nel Distretto C, un esempio da riproporre periodicamente ovvero rappresenti un input per le medesime istituzioni a voler fornire una maggiore assistenza nel territorio prendendo spunto dall’opera svolta senza alcuna risorsa da qualche decina di volontari.

Unico neo da evidenziare l’assenza del Presidente della Regione, del Direttore Generale dell’A.S.L., e dei politici nazionali e regionali eletti nella Provincia di Frosinone, che erano stati pubblicamente invitati con un comunicato stampa del 25 febbraio u.s.. L’unico parlamentare che ha dimostrato, ancora una volta, sensibilità ed attenzione alle problematiche della sanità provinciale è stato l’On Luca Frusone del Movimento 5 Stelle, già presente ad analoga manifestazione svoltasi ad Alatri, il quale, non potendo partecipare a causa di altri impegni, ha inviato un messaggio di apprezzamento agli organizzatori sottolineando: “…. l’esempio di solidarietà e senso civico che avviene in un contesto tra i più importanti per la dignità del cittadino, quello del diritto alla salute…”.

L’importanza della “Giornata della Salute” è stata ribadita anche dal Sindaco, dott. Ernesto Tersigni, che visitando la manifestazione si è complimentato con gli organizzatori: Comitato Civico Art. 32, A.D.O., il Coordinamento Provinciale Sanità ed anche con il Meetup “Amici del MoVimento 5 Stelle Sora”. Si ringrazia l’Amministrazione comunale per aver concesso il gratuito patrocinio e l’uso di piazza Mayer Ross.

Si rivolge, altresì, un caloroso ringraziamento ai medici ed al personale sanitario che si sono spesi senza risparmiare energie, superando il numero massimo di visite/prestazioni inizialmente stabilito. Un ringraziamento alla Rete Farmacie Valcomino per l’importantissimo supporto e contributo fornito per l’evento. Infine, un grazie di cuore alla Protezione Civile di Sora, Alatri e Ceccano, al personale della Misericordia e della Fratres, alle ragazze ed ai ragazzi degli Scout AGESCI, l’Associazione “Proviamoci un po’” ed il Comitato di Quartiere di S. Ciro. Il contributo di tutti loro è stato fondamentale per l’ottima riuscita della manifestazione.

I Portavoce del Comitato Civico Art. 32
Rodolfo Damiani e Fabrizio Pintori

Il Presidente dell’A.D.O.
Augusto Vinciguerra

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu