SORA – Dieci anni fa ci lasciava l’indimenticabile Don Domenico Del Vecchio

È stato un gigante della chiesa locale. Innumerevoli le iniziative nate dalla sua infaticabile mente: dal mensile "Vita Sorana" a Radio "SO.RA.", dalla "Corale San Silvestro Papa" al gruppo "Gioia e Speranza". L'affettuoso ricordo di Carmine Alonzi.

Sono passati dieci anni dall’ormai lontano 23 novembre 2009, giorno in cui Mons. Domenico Del Vecchio ci ha lasciato. Don Domenico è stato per la citta di Sora e per i suoi abitanti un padre, un fratello, un amico, un sacerdote esemplare, in particolare per la sua amata parrocchia di S. Silvestro Papa, di cui è stato parroco per diversi decenni.

Il rito funebre, presieduto dall’allora vescovo di Sora Mons. Filippo Iannone, circondato da tutto il clero e dai cittadini accorsi in grande numero, fu celebrato nella chiesa di S. Restituta dove giunse il corteo funebre che partì a piedi dalla Chiesa di S. Silvestro, luogo della camera ardente. Il vescovo durante l’omelia così descrisse D. Domenico: “… È stato un punto di riferimento importante per molti sacerdoti, come docente e negli uffici ricoperti nel nostro seminario. Ha accompagnato il loro cammino di formazione e li ha aiutati ad irrobustire la loro vocazione… Ed anche voi, fratelli e sorelle di S. Silvestro, che lo avete avuto come parroco per circa 7 lustri e tanti altri fedeli che lo hanno conosciuto, siete tristi perché siete stati privati di un padre nello spirito che ha sostenuto con la sua lunga attività sacerdotale il vostro cammino di fede, vi ha aiutato a crescere nel Signore”.

Molto sentito fu il suo impegno per giovani, con la creazione del gruppo giovanile “Gioia e Speranza” che seguiva le orme della benemerita associazione “Fede e lavoro “, fondata dal suo predecessore Don Loreto Cappello a Cancèglie. Ancora oggi è vivo il ricordo, fra tantissimi adulti, uomini e donne, degli insegnamenti, della crescita, della maturazione umana, culturale, civile e cristiana, radicata nel periodo di vicinanza con questo sacerdote: intere generazioni si sono formate con l’aiuto di D. Domenico, sotto il simbolo di queste associazioni. Grandi furono anche le sue passioni per la musica e per la fisarmonica, dalle quali partì lo slancio della fondazione della corale polifonica “S. Silvestro papa”.

Don Domenico anche essendo abruzzese – era nato infatti a S. Vincenzo Valle Roveto- è stato, di fatto, un sorano che ha difeso e valorizzato la soranità vivendo tra la gente e con la gente, che respirava e frequentava quotidianamente con la sua amata bicicletta. Il suo era un vero e proprio “male di Sora”.

Iscritto all’ordine dei giornalisti pubblicisti, fondò il mensile “Vita Parrocchiale” che in seguito generò il seguitissimo mensile “ Vita Sorana”, attenta ai problemi sociali e alla promozione del territorio, alla riscoperta e valorizzazione del dialetto sorano. Dal al 1973 al 1996 si rivelò un efficace mezzo di unione e di comunicazione anche tra la terra di origine e i tantissimi sorani sparsi per il mondo: oggi questi preziosi documenti raccolti in libri annuali sono diventati una preziosità rara e chi ne è in possesso li custodisce come un bene prezioso.

Sempre attento anche alla tecnologia, fondò Radio SOrella Radio, che ottenne altissimi indici di ascolto soprattutto al mattino, con il notiziario del giorno; seguivano le proverbiali trasmissioni di curiosità e cultura tenute con la collaborazione di tantissimi giovani e l’indimenticabile sacerdote don Ottavio Scaccia.

Il suo amore per Cancèglie e per il territorio della sua parrocchia dette vita a tantissime attività di promozione e di restauro. La chiesa di S. Silvestro Papa fu oggetto di lavori di consolidamento, di restauro e abbellimento, di riscaldamento, di costruzione di un nuovo organo della ditta Bevilacqua, della elettrificazione delle campane. Memorabile fu la donazione di una nuova campana in occasione del 60° di fondazione dell’associazione “Fede e Lavoro”. Anche il santuario della Madonna della Figura prima e quello di S. Leonardo dopo videro grazie a lui un altissima promozione religiosa e sociale, grazie all’interessamento per la costruzione di vie comode per raggiungerli con le automobili. Numerose furono le manifestazioni di promozione e di aggregazione delle persone come “Un mese e più a Cancèglie” durante il periodo natalizio e le varie ripatriate dei soci dell’associazione “Fede e Lavoro”.

Fondamentale fu anche la promozione liturgica del culto a S. Rocco, cappellania della sua parrocchia, con l’idea di tenere la santa messa nel giorno di festa nell’omonima piazza, oggi appuntamento per tutti i sorani in occasione della festa del santo. Don Domenico ha testimoniato la propria vocazione di servizio con grande disponibilità, fierezza di carattere, nobiltà d’animo, semplicità e umanità, restando sempre fedele ai principi cristiani e donando a tutti il suo fecondo esempio, la sua ricchezza umana fondate sulla forza del Vangelo.

Don Domenico è stato un cittadino sorano benemerito per quello che ha saputo donare a tantissime persone e a questa città: i cittadini ne onorano la memoria, nel cuore e nel pensiero. Sarebbe bello e riconoscente che ad un insigne concittadino fosse intitolata una piazza o una strada, gesto concreto e perenne del ricordo già vivo ed imperituro che vive nel cuore dei cittadini sorani.

Carmine Gabriele Alonzi

Clicca qui per seguirci su Telegram e ricevere sul tuo smartphone una notifica per ogni nuova notizia. Clicca qui sotto sul bottone "Mi piace" per seguirci su Facebook:
RIMANI SEMPRE AGGIORNATO

Per ricevere in tempo reale le notifiche su tutte le nostre notizie direttamente sul tuo smartphone.

I più letti di oggi:
2.478
SORA - Imbrattato con manifesti il cantiere della Scuola innovativa dell'architetto Renzo Piano
1
POLITICA

SORA - Imbrattato con manifesti il cantiere della Scuola innovativa dell'architetto Renzo Piano

Il Sindaco di Sora preannuncia denunce alle autorità competenti nei confronti dei responsabili di queste azioni contro l'immagine ed il decoro della Città.

2.240
SORA - Commissariato: ecco dove sorgerà la nuova sede
2
CRONACA

SORA - Commissariato: ecco dove sorgerà la nuova sede

Oggi lo stabile demaniale situato in via Emilio Zincone è stato ufficialmente consegnato alla Polizia.

1.421
ARPINO - Al Tulliano torna la Notte Nazionale del Liceo Classico
3
EVENTI

ARPINO - Al Tulliano torna la Notte Nazionale del Liceo Classico

Lo storico Convitto”Tulliano”, nato ufficialmente il 2 giugno 1814 ad opera di Gioacchino Murat, re delle Due Sicilie, per "conservare la memoria del più grande oratore latino... in quel luogo ove ebbe i suoi natali”, apre le sue porte oggi dalle 18:00 alle 24:00 per vivere insieme una magnifica serata.

I più letti della settimana:
26.313
Incidente mortale nel pomeriggio, muore 39enne
1
PROVINCIA

Incidente mortale nel pomeriggio, muore 39enne

Il tragico impatto verso le 17 di oggi. Nulla da fare per la vittima.

23.779
Omicidio Serena Mollicone: ultimo decisivo atto
2
Omicidio Mollicone

Omicidio Serena Mollicone: ultimo decisivo atto

Nell'udienza preliminare del 15 Gennaio il Gup deciderà se rinviare a giudizio i Mottola, il maresciallo Quatrale e l'appuntato Suprano. In aula non ci sarà "papà coraggio" Guglielmo, ricoverato da due mesi a Frosinone per un infarto.

11.991
Un paio di scosse sismiche a distanza di 24 ore
3
PROVINCIA

Un paio di scosse sismiche a distanza di 24 ore

Tra la prima e la seconda sono trascorse 23 ore e 57 minuti.

11.732
È venuta a mancare la Prof.ssa Teresa Tatangelo
4
NECROLOGI

È venuta a mancare la Prof.ssa Teresa Tatangelo

Si è spenta ieri a Roma.

10.493
Omicidio Serena Mollicone: si torna in aula il 7 Febbraio
5
CRONACA

Omicidio Serena Mollicone: si torna in aula il 7 Febbraio

Carabinieri, familiari di Serena e Santino Tuzi ammessi come parti civili. Ora via a una dettagliata analisi di tutti i documenti, prima della decisione sul rinvio a giudizio.

Video più visti:
POLITICA

SORA - Passi carrabili: il Sindaco riferisce alla cittadinanza

Roberto De Donatis: «Non si tratta di accertamenti che definiscono la situazione in modo tassativo. Le valutazioni saranno effettuate caso per caso».

POLITICA

SORA - Chiusura viale San Domenico, il Sindaco: «Lavori necessari, ci scusiamo per il disagio»

Le dichiarazioni di Roberto De Donatis sulla chiusura del tratto di viale San Domenico compreso tra Marco Polo e la Basilica.

POLITICA

Ecco come sarà il 2020 di Sora. Intervista di fine anno al Sindaco, Roberto De Donatis

Scuola Renzo Piano, ripresa dei lavori nell'ex Tomassi dopo 15 anni, illuminazione pubblica, strade, marciapiedi, ponti lamellari, pista ciclabile e nuova scuola a S. Rosalia: il Sindaco illustra le novità dell'anno che sta per iniziare.

PROVINCIA

«Vivi con pazienza, sii forte e credi in te stesso»: l'insegnamento di Ilaria

Centinaia di persone e grande commozione ai funerali della sfortunata ragazza 24enne vittima di un drammatico incidente stradale la sera della vigilia di Natale.

POLITICA

SORA - La Farmacia Comunale diventa dal 51% al 100% di proprietà del Comune

Stop alla partnership con il privato e via al modello gestionale "in house".