SORA – Eredità dell’ing. Tollis, proseguono le indagini

Il corpo del 96enne sorano è stato riesumato e sottoposto ad autopsia.

La Procura di Cassino ha aperto un fascicolo per ricostruire la vicenda riguardante l’eredità dell’Ing. Domenico Tollis, scomparso nel Maggio scorso. Gli indagati sono due, entrambe in forza alla Polizia Locale di Sora: il Comandante Rocco Dei Cicchi, ed il maresciallo Antonio Vermiglio. Queste le ipotesi di reato, stabilite a seguito delle denunce presentate dai familiari dell’uomo: falsità di testamento olografo, circumvenzione e abbandono di persona incapace.

Le principali volontà dell’Ing. Tollis, prima della sua dipartita, sarebbero state due, messe nero su bianco in un testo scritto autenticato da uno studio notarile: la volontà di lasciare come unico gestore dei suoi beni il comandante Dei Cicchi e il desiderio di cremato. L’eredità sarebbe molto cospicua e consisterebbe in centinaia di migliaia di euro più alcuni immobili.

A seguito della denuncia presentata dai familiari, la salma del Tollis, che non era stata cremata ma sepolta nel cimitero di Sora, è stata riesumata e sottoposta ad autopsia presso l’obitorio di Cassino. Il responso dell’esame non è stato ancora reso noto. L’attività investigativa prosegue e nei prossimi giorni si conosceranno gli sviluppi della vicenda.

SPONSOR

L'apertura fino alle 22 del supermercato situato a San Giuliano è già attiva.

SPONSOR

La nuova promozione in vigore dal 3 al 20 Ottobre 2019.